Recensione Una moglie di Riserva Tiziana Iaccarino

Tornano le recensioni nel blog, questa volta tocca a una commedia che ci regala risate e romanticismo, da leggere e sognare sotto l’ombrellone.

Tiziana Iaccarino torna online con una nuova storia, bella, divertente, briosa, bizzarra. I nomi dei protagonisti già annunciano una storia all’insegna del paradossale e delle risate, quindi non perdere l’occasione per sorridere un po’.

51-89ubtmsl-_sy346_
Una moglie di riserva
Sinossi

Cera e Raso sono una coppia come tante anche se, dopo quattro anni di fidanzamento e cinque di matrimonio, sembrano arrivati a percorrere una via senza ritorno.
Raso è un tipo a posto, anche se è troppo disordinato, inconcludente, insoddisfatto e pigro, ha un tappeto persiano rinfoltito sui pettorali (e non solo lì!) e per questo motivo suo fratello Lino lo ha soprannominato Rasoio. Gli piace cambiare spesso lavoro e mai mutande, almeno non quelle a quadretti rossi e bianchi che gli ha regalato la mamma prima di sposarsi.
Cera, invece, è perfettina, ordinata, alla moda e sempre molto curata al punto che sua sorella Lucilla la chiama Ceretta.
Quando la ragazza capisce che rimettere suo marito in carreggiata è un’impresa titanica, decide di dargli una lezione: cercherà un’alleata a cui chiedere aiuto e alla quale, forse, il suo “Rasoio” darà ascolto. Ma… cosa potrebbe accadere alla vita di una coppia quasi normale, se vi entrasse una terza incomoda tutta curve e poco cervello?
Ceretta riuscirà nel suo intento o Rasoio resterà l’incallito scansafatiche di sempre?

INDICAZIONI PER L’USO: prima di leggere la commedia, effettuate un accurato controllo alla vostra depilazione e dopo saprete se è meglio il Rasoio o la Ceretta.

Recensione Una moglie di Riserva Tiziana Iaccarino

Continua a leggere

Annunci