Scrivere, revisionare, correggere

Scrivere, revisionare, correggere è il titolo che ho voluto dare a questo post. Di cosa si tratta? Sono alle prese con un progetto di prossima pubblicazione e tra una correzione e un’altra, ho sentito la voglia o forse necessità di scrivere questo post nel blog per parlare a brevi cenni della scrittura e di cosa comporta e del come avviene la crescita di una storia.

Le prossime pubblicazioni prevedono l’arrivo di una bella commedia, una storia leggera per ridere e sorridere e sognare insieme ai protagonisti un amore nato quasi per caso. Non vi svelerò ancora nulla della trama, ancora i tempi non sono maturi, ma penso che potreste avere notizie molto presto. L’altro lavoro interessa finalmente il terzo libro della saga Strega che splende, finalmente in primavera vedrà la luce, molti stanno aspettando questo terzo libro, tranquilli, se anche tu lo hai letto, a breve arriverà la storia di Elena.

Scrivere

Scrivere, revisionare, correggere. Questi sono tre dei passaggi fondamentali che accompagnano la nascita di una storia. Prima di tutto, c’è la fase della scrittura, quella di getto, in cui nasce la trama e si scrive nero su bianco quella che si chiama la prima stesura.

Revisioni
Revisioni

Revisione

  • Poi arriva la fase della revisione.

Continua a leggere

Annunci

Editing cos’è? Gioie e dolori degli autori

1024x708xediting-tipologie-3-1024x708-pagespeed-ic-fa2antxjbtBen arrivati nella rubrica dedicata all’Editing, troverete ogni settimana articoli di aggiornamento su questo tema importante per gli scrittori.

  • Cos’è l’editing

L‘editing è una parte fondamentale dell’elaborazione di un testo in previsione di un’eventuale pubblicazione. Va eseguito sia per manoscritti di autori self e per testi che s’intende presentare a una casa editrice.

L’accettazione del testo da parte di una casa editrice però non è legata al lavoro di editing, è però auspicabile presentarsi con un’opera ben curata per avere maggiori possibilità di pubblicazione. Poi sarà compito dell’editore, a sua personale discrezione, valutarne la pubblicazione. Se lo riterrà idoneo con la sua linea editoriale, potrà eventuale lavorare lui o i suoi collaboratori sul testo, se e solo lo riterrà opportuno, in base al genere di materiale richiesto per le sue collane editoriali. Purtroppo molto spesso la sua importanza è sottovalutata, questo anche perché in molti casi avviene la confusione tra le due figure vitali nel mondo editoriale: il correttore di bozze e l’editorContinua a leggere