Scrittura creativa – scrivere una professione

Scrittura creativa. Scrivere è una professione, un mestiere, cosa serve sapere.

Salve lettori del blog, non aggiorno la rubrica sulla scrittura da un po’ di tempo, come avevo accennato tempo fa’, oggi voglio parlarvi di scrittura creativa, ma cos’è e a cosa serve?

La scrittura creativa è quel lato affascinante della scrittura che tutti vorrebbero provare almeno una volta nella vita. Lo scrittore è una figura intrigante, in passato quando pensavo agli autori e alle scrittrici dei romanzi che leggevo, li immaginavo come persone irraggiungibili, con un qualcosa di unico e speciale. Scrivere per me è sempre stato un modo speciale e unico per rapportarmi con il mondo, prima del 2010 non pensavo che la scrittura si potesse concretizzare per me come un lavoro che occupasse parte integrante della mia giornata. Poi ho scoperto che la scrittura non era solo quella della classica carta stampata, ma la versione digitale, gli ebook, stavano diventando una realtà importante nel mondo editoriale, sia per i libri che scrivevo e soprattutto da un punto di vista lavorativo. Potevo guadagnare scrivendo articoli per vari siti e redazioni online stando a casa, da quel momento mi si è aperto un modo. Oggi ancora ci sono lettori che preferiscono unicamente il cartaceo, in parte capisco la voglia di rimanere legati alle origini, ma i lettori affamati di lettura hanno imparato ad apprezzare gli ebook per tanti aspetti.

scrittura creativa

Prima di tutto costano meno dei cartacei e in tempi di crisi e ristrettezze, chi legge tanto, un numero importante di libri in un mese, riesce a risparmiare una cifra discreta, per cui i libri digitali diventano un’alternativa valida ai libri da annusare e sfogliare. Ogni tanto i cartacei li compro anch’io e mi piace averli e perdermi con il suono delicato delle pagine che si inseguono le une alle altre. Innegabile, che il libro in carta con una copertina da toccare con mano ha un suo valore, ma l’ebook ha molte comodità evidenti, non solo in termini di risparmio, ma anche come aiuto alla natura. Non è un pensiero ricorrente tra i lettori, ma è vero, leggere in digitale aiuterà il futuro, perché di conseguenza si può risparmiare sulla carta e quindi preservare parte del nostro importante patrimonio verde che ricopre un pezzo del pianeta, al contempo, l’ebook aiuta anche  difendere l’ambiente dall’inquinamento.

Potrebbero interessarvi

Manuale di scrittura digitale creativa e consapevole
Lezioni di scrittura creativa. Un manuale di tecnica ed esercizi della più grande scuola di formazione americana
Il mestiere di scrivere. Esercizi, lezioni, saggi di scrittura creativa

Continua a leggere

Annunci

Beta Reader chi è?

Salve amici e lettori del blog, oggi riprendo la rubrica dedicata al mondo dell’editing: la Beta Reading, chi è? Ne avete mai sentito parlare? Se sei un autore, mi auguro  di sì, soprattutto se sei emergente e alle prime esperienze nel mondo editoriale.

  • Spieghiamo chi è e che cosa fa la beta reader.

magnifying-glass-betaQuesta figura non deve essere confusa con l’editor, che svolge un lavoro completo di editing sul testo; siamo nello stesso settore, ma fare editing è un impegno prolungato e richiede più tempo, concentrazione e dedizione; magari ne parleremo in un altro articolo specifico nelle prossime settimane. Oggi occupiamoci di questa figura per molti ancora sconosciuta: la beta reader.

  • Beta Reader

La beta reader è una persona che si offre di leggere in anteprima un testo, un manoscritto scritto da uno scrittore o aspirante autrice che vuole una valutazione sul manoscritto. Si occupa della correzione, segnala le parti che non vanno bene, evidenzia nel testo i punti deboli e forti del testo e quelli che a suo parere devono essere rivisti.

Di norma, in base alla disponibilità della beta contattata, la lettura avviene in pochi giorni se si sofferma solo a una valutazione del testo e analizzando in poco tempo alcuni punti bui del testo. Cosa fa in pratica? Legge il testo senza soffermarsi sulla correzione di refusi o altro, può eventualmente evidenziarli in giallo se vuole, ma non ha alcun obbligo in tal senso. L’autrice che chiede un consulto alla beta, vuole un’opinione sul testo, su come siano i protagonisti, se sono stati caratterizzati abbastanza, se sussistono punti nel testo da valorizzare, altri da eliminare e dare un giudizio sommario sulla trama. Continua a leggere

Editing cos’è? Gioie e dolori degli autori

1024x708xediting-tipologie-3-1024x708-pagespeed-ic-fa2antxjbtBen arrivati nella rubrica dedicata all’Editing, troverete ogni settimana articoli di aggiornamento su questo tema importante per gli scrittori.

  • Cos’è l’editing

L‘editing è una parte fondamentale dell’elaborazione di un testo in previsione di un’eventuale pubblicazione. Va eseguito sia per manoscritti di autori self e per testi che s’intende presentare a una casa editrice.

L’accettazione del testo da parte di una casa editrice però non è legata al lavoro di editing, è però auspicabile presentarsi con un’opera ben curata per avere maggiori possibilità di pubblicazione. Poi sarà compito dell’editore, a sua personale discrezione, valutarne la pubblicazione. Se lo riterrà idoneo con la sua linea editoriale, potrà eventuale lavorare lui o i suoi collaboratori sul testo, se e solo lo riterrà opportuno, in base al genere di materiale richiesto per le sue collane editoriali. Purtroppo molto spesso la sua importanza è sottovalutata, questo anche perché in molti casi avviene la confusione tra le due figure vitali nel mondo editoriale: il correttore di bozze e l’editorContinua a leggere