Articoli, Universo e Magia

Universo e Magia. Rubrica a cura di Valeria De Luca.La vera storia di Halloween

Universo e Magia. Sono lieta di annunciarvi la nuova rubrica e collaborazione nata con l’autrice Valeria De Luca che ci racconterà retroscena e misteri legati al mondo magico e dell’universo. Adoro le sue stories su Instagram e i post su Facebook, di seguito trovate tutti i suoi riferimenti. Adesso diamo inizio a questo nuovo appuntamento, con la storia sulle vere origini di Halloween. Quale modo migliore per inaugurare questa rubrica?

Il 31 ottobre tutti sanno che si celebra la notte delle streghe e sta per arrivare, mancano quindici giorni prima che bambini e adulti si travestano da streghe e figure macabre della notte, truccandosi e magari andare in giro (mi auguro solo i bambini) bussando alle porte dei vicini di casa, amici e parenti invocando la solita e classica frase : dolcetto o scherzetto? Ma è realmente così?

Halloween per me non è un argomento nuovo. Ho parlato della notte di Samhaim anni fa quando ho pubblicato la mia saga fantasy Strega che Splende. A tal proposito vi ricordo che trovate in offerta l’intera trilogia, un unico volume, un solo libro con i tre romanzi al suo interno la versione digitale Ebook a un prezzo eccezionale fino al 31 ottobre € 0,99 su Amazon QUI

UNIVERSO E MAGIA HALLOWEEN

C’è anche il cartaceo se preferite oppure se siete abbonati al kindle unlimited potete leggerlo tramite questo servizio di Amazon. Se non sapete cos’è vi lascio il link per scoprirlo. Io ho avuto l’abbonamento per oltre un anno, costa € 9,99 al mese e il primo mese è gratuito anche se in questo periodo ho visto che c’è una promozione che prevede 3 mesi gratuiti, approfittatene, si possono leggere davvero molti libri, sia pubblicati in self o con casa editrice e inoltre, che trattano vari argomenti. Non solo romanzi quindi con Kindle Unlimited. Poi ho disdetto perchè avevo molti cartacei da leggere e se fossi rimasta ancora abbonata rischiavo di rimandare ancora quelle letture cartacee. KINDLEUNLIITED SCOPRI QUI

Adesso lascio che Valeria De Luca vi racconti qualche curiosità, che sono certa vi sorprenderà.

Universo e Magia a cura di Valeria De Luca. La vera storia di Halloween

 

Alla fine di questo articolo, una sorpresa per voi.

 

Se vi dico 31 Ottobre, che cosa vi viene in mente?

Sicuramente Halloween.

Ma conoscete davvero da dove proviene Halloween?

Ha origini celtiche e il suo nome vero è Samhain.

Forse non tutti sanno che la festa di Halloween non nasce in America, ma ha origini Irlandesi: il capodanno celtico.

Ma cosa vuol dire Halloween?

Il termine Halloween vuol dire la vigilia di tutti i santi.

Per i Celti l’anno nuovo non cominciava il 1° Gennaio, ma bensì il 1° Novembre, quando terminava ufficialmente la stagione calda e iniziava la stagione delle tenebre e del freddo. La morte era il tema principale della festa, in sintonia con la natura. Durante la stagione invernale la vita sembra tacere, mentre in realtà si rinnova sottoterra.

I Celti credevano che alla vigilia di ogni nuovo anno, il 31 Ottobre, Samhain chiamasse a sé  tutti gli spiriti dei morti che vivevano in una landa di eterna giovinezza e felicità, e che le forze degli spiriti potessero unirsi al mondo dei viventi, provocando il dissolvimento temporaneo delle leggi del tempo e dello spazio e facendo sì che l’aldilà si fondesse con il mondo dei vivi e permettendo agli spiriti erranti di vagare indisturbati sulla Terra.

Samhain era una celebrazione che univa la paura della morte e degli spiriti, all’allegria dei festeggiamenti per la fine del vecchio anno.

In Irlanda si diffuse l’usanza di accendere torce e fiaccole fuori dagli usci e di lasciare cibo e latte per le anime dei defunti che avrebbero visitato le case dei loro cari, in modo che potessero rifocillarsi e in questo modo evitare degli scherzi da parte degli spiriti.

 

Ma com’è arrivata questa festività in America?

Verso la metà del XIX secolo, l’Irlanda fu investita da  una terribile carestia. In quel periodo, molte persone, per sfuggire alla povertà, decisero di lasciare l’isola e rifugiarsi e tentare la fortuna negli Stati Uniti, dove si creò una forte comunità. All’interno di essa venivano mantenute vive le tradizioni e il 31 Ottobre veniva celebrato Halloween.

Questa usanza si sparse velocemente in tutto il popolo americano, diventando quasi una festa nazionale.

 

Halloween si festeggiava in Italia?

Tra gli antichi Romani c’erano diverse feste dedicate alla commemorazione funebre sparse qua e là durante l’anno, ma in autunno si concentravano per numero e concetto spirituale. Il 5 Ottobre e l’8 Novembre si celebrava il Mundus Patet, mentre il 6 Ottobre c’era il Dies Ater. Il 29 Ottobre si onorava Vertumno, Dio del mutamento stagionale e associato alla maturazione dei frutti autunnali in virtù del suo legame ierogamico con Pomona, Dea dei frutti. Proprio questo evento andò a fondersi con il Samhain celtico.

Le tradizioni  funebri, come tutte le tradizioni pagane, non persero mai interesse sulla popolazione. La Chiesa che aveva tollerato per secoli queste manifestazioni, decise di prendere provvedimenti e nell’anno 738, Papa Gregorio III, fece spostare appositamente la festa dei Santi dal 13 Maggio al 1° Novembre per sovrapporla a quella pagana. La popolazione continuò a festeggiare con i loro rituali, lumini, giochi, scherzi, falò, perché era legati a tutto ciò da secoli e non avevano intenzione di rinunciarvi.

Nel X secolo la Chiesa aggiunse anche la “Festa dei Morti” al 2 Novembre, una festa dedicata ai morti terreni che in qualche modo andava a giustificare e tollerare gli antichi rituali pagani ancora in voga.

A partire dal 1600 la festa di Samhain/Halloween fu esportata nel “Nuovo Mondo” e in quell’ambiente si evolse per conto proprio. I coloni però non trovarono le rape che erano soliti intagliare per mettere un lumino all’interno, così scelsero le zucche di cui l’America del Nord ne aveva in abbondanza.

Arriviamo ai primi decenni del ‘900, molte parti d’Italia festeggiavano, a cavallo del 31 Ottobre e 2 Novembre, antichi usi pagani: zucche intagliate, bambini travestiti che andavano a chiedere dolciumi per le case, e via dicendo… insomma non era cambiato nulla.

In tutte le regioni c’era una tradizione locale pagana, ma alcune sono andate perse.

Quindi le dicerie su Halloween, che è una festa satanica, sono false.

Cominciamo a prepararci per il 31 Ottobre, intagliando zucche, creando piccoli lavoretti per i bambini, in rete ce ne sono a bizzeffe, torte alla zucca e biscottini al cioccolato con figure mostruose. Perché oltre a essere un momento spirituale per sentire i nostri antenati più vicini, è un modo anche per esorcizzare le paure di cui tanto soffriamo… e non solo! Un giorno speciale per far divertire i bambini, insegnando con i giochi, l’amore per i propri cari che non ci sono più.

Detto questo… Happy Halloween!!!

♠Valeria De Luca♠

BIOGRAFIA

Valeria De Luca nasce a Roma il 29/07/1981.

Ha scritto vari Articoli sui Giornali locali, rilasciato interviste per blog di autori Emergenti, per il Tg di Canale 10 e per la versione locale della radio di Ladispoli “Centro Mare Radio”

Ha presentato i suoi romanzi in biblioteca, locali e scuole medie

E’ una grandissima fan di Stephen King, David Lynch e Twin Peaks

Amministra il blog Libri in bottiglia, dove si possono trovare informazione dei suoi libri, presenta anteprime di autori, recensisce libri .

Da Ottobre 2019 scriverà per la rubrica Universo e Magia sul blog di Tiziana Cazziero.
L’autrice scrive romanzi anche con pseudonimo
Valeria, oltre all’amore per la scrittura e la lettura, segue un percorso spirituale della Dea Madre. Segue il rede della Wicca.
Altri Suoi libri:
– Emily Noir. Nessuno è innocente a Barbed Heart (ebook, cartaceo, kindle unlimited)

– Black Cemetery. Il luogo della Perdizione vol 1 serie Dark Myst (ebook, cartaceo, kindle unlimited)

-Figlia della Nebbia vol. 2 serie Dark Myst (ebook, cartaceo, kindle unlimited)

– Le Lenzuola Nere di Khloe – ebook, kindle unlimited

– Il Patto di Cassy – ebook, kindle unlimited

– L’uomo con il cilindro ebook, cartaceo, kindle unlimited

– La Polvere dei Ricordi ebook, kindle unlimited
Room n.3 ebook, cartaceo, Kindle Unlimited
Dream’s Boy. Diario di una Strega (prossimamente  online)
Romanzi in Inglese:

* Khloe’s Black Sheets

Romanzi in francese:

*Emily Noir. Cauchemar au couven

*Cimetière Noir Le lieu de la perdition #1 serie: Dark Myst

*La Fille des Brumes #2 serie: Dark Myst

Romanzi in spagnolo:

* Emily Noir. Pesadilla en el convento

* El Hombre del sombrero de copa

* El Pacto de Cassy

Romanzi in Portoghese:

* O Homem da cartola

Link Autrice:
Il mio blog: valeriadeluca.1981.blogspot.it/
La mia pagina Facebook: https://www.facebook.com/valeriadelucaautrice/
La mia email: valeria.deluca@libero.it

Il mio contatto Twitter: https://twitter.com/ValeriaDeLuca17
Il mio contatto Instangram: https://www.instagram.com/valeriadelucaut/
Pagina Amazon Italiana: https://www.amazon.it/Valeria-De-Luca/e/B01NAR4MGX
Pagina Amazon internazionale: https://www.amazon.com/Valeria-De-Luca/e/B01NAR4MGX

 

 

Halloween

Interessante la rubrica dedicata alla magia, vero? Avevo letto molto sull’argomento e documentata su questa festa che si svolge nella notte del 31 ottobre. Tutti i ragazzini ma anche gli adulti si vestono in maschere, l’abito caratteristico è da strega, classico vestito nero e cappello a punta con tanto di bacchetta magica e la promessa di incantesimi e magie. Io non amo molto questa festa, a dire il vero non la sento molto nostra,ormai però è diventata un culto anche su e giù per il nostro stivale e non possiamo far altro che viverla accontento spesso i bambini che ne trovano una buona occasione e momento per giocare, travestirsi, truccarsi e andare in giro alla ricerca di caramelle.

Io ne ho parlato nella mia trilogia fantasy, Strega che Splende. Scritto il primo capitolo molti anni fa, Patto con il vampiro è il primo libro della saga e racconta proprio la serata del 31 ottobre.

TRILOGIA FANTASYUna festa si svolge tra i coetanei, sono tutti adolescenti di età compresa tra i 16 e i 16 anni. Le due amiche Sonia ed Elena, all’epoca quattordicenni, si recano a questa festa ignare del destino che inevitabilmente segnerà per sempre il loro futuro.

Cosa accade?

Vi lascio un estratto del libro nel quale un loro amico, Ettore, protagonista importante della saga, racconta loro qualcosa di importante, ma che le due amiche non prendono in considerazione, sbagliando.

 

PROVA AMAZON PRIME GRATIS IL PRIMO MESE

 

Patto con il vampiro.

Estratto, testo tratto dal romanzo Patto con il vampiro, in cui ci nomina la festa di Samhaim.

Primo libro della saga (Patto con il vampiro. Sonia il ritorno della strega, Elena la strega guerriera).

«Non vorrete davvero andare in giro nella notte di Samhain? Sapete cosa si narra della notte fra il trentuno ottobre e il primo novembre?» Disse agitato e concitato. Quando entrò nella stanza rimase ammaliato e quasi spaventato nel vedere le due amiche indossare i loro costumi da strega. Non erano  molto particolari, ma la madre di Elena aveva fatto davvero un bel lavoro. Due tuniche nere avvolgevano i loro corpi adolescenziali, erano lunghe fino alla caviglia, lasciando intravedere solo la punta in acciaio degli stivali. Le maniche erano larghe e arricchite con frange e fronzoli, non erano vestiti scollati, una semplice apertura rotonda lasciava libera la pelle del collo. Il tutto era completato da due cappelli da strega confezionati con la classica punta alta e ben visibile in feltro nero lucido. Un velo trasparente ricadeva libero sul volto, coprendone solo per metà il viso dando quel tocco magico in più perfetto. E poi il trucco, rossetto nero sulle labbra e cipria bianca a coprire ogni parte della pelle esposta. Gli occhi erano stati marcati con la matita nera. Risero quando Ettore entrò con andamento incerto, tremante e preoccupato.

«È la notte di Halloween!» esclamò Elena.

«Ma conoscete davvero il suo significato? A me non piace andare in giro durante questa notte, può succedere di tutto. Troppa gente mascherata, troppo occulto, troppo…» diceva concitato. Sonia lo invitò a calmarsi, in fondo era una sera come tante altre.

«No, Sonia. Ti sbagli, non è così. Accadrà qualcosa» parlò con voce sospirante, gli occhi erano fissi sul pavimento. Li alzò solo per qualche fugace momento per ribadire la sua ansia.

«Ma di cos’hai paura? Che cosa sai di questa festa? Io a dire il vero non ne so molto, solo che si festeggiano tutti i santi. Un festa in maschera come tante altre» commentò Sonia innocentemente mostrando un falso sorriso di circostanza.

«E basta? Nulla più?» Ettore pronunciò quelle ultime parole con tutta l’enfasi possibile, affinché la suspense e il mistero alimentassero la loro curiosità.

«Che cosa sarebbe questa notte di Samhain?» chiese Sonia.

Ettore iniziò il suo racconto. Tra storie di Celti, streghe e anime alla ricerca di nuovi corpi da possedere, catturò l’attenzione di Sonia. Soprattutto quando fu pronunciata la parola strega, Sonia avvertì un brivido pervaderla in ogni parte del corpo. Senza un perché si sentì coinvolta e agitata.

«Gli spiriti dei morti aleggiano intorno a noi, tornano dal loro limbo per unirsi ai vivi e scegliere nuovi corpi da possedere» diceva con voce flebile e sommessa. «Ma c’è anche un rituale che accompagna questo giorno, si chiama iniziazione e per quanto ne so, riguarda la nascita di nuove streghe. Ho letto diversi testi su questo evento, ma non sono riuscito a scoprire altro, dovrei consultare altri testi per saperne di più, ma già la parola “iniziazione” non annuncia nulla di buono.» Aggiunse le ultime parole quasi con vergogna, scusandosi per non essere in grado di dare loro maggiori certezze.

Elena seguiva il suo discorso con un atteggiamento distaccato, mentre Sonia si sentiva sempre più affascinata. Ettore non aveva mancato di raccontare delle sparizioni strane e avverse avvenute nei secoli scorsi che si ripetevano anche in tempi moderni proprio durante quella notte particolare. Episodi che si replicavano ogni anno.

«Si dice che streghe e vampiri si camuffino tra noi esseri viventi per colmare la loro sete di sangue e il desiderio di morte» aveva continuato.

Fece anche riferimento a specifici cenni storici, illustri studiosi avevano scritto e pubblicato molto sull’argomento.

«Quest’anno poi ho letto che ci sarà una celebrazione particolare nel mondo dei morti e dei non morti e della magia in generale. Per favore ragazze, ripensateci. Potrebbe accadere qualcosa di terribile e… »

 

Grazie della visita e spero che questa rubrica ti sia piaciuta.

Dimmi cosa ne pensi e lascia un commento.

Festeggi anche tu Halloween?

Lascia un like e condividi, grazie per la collaborazione e al prossimo post.

 

Buon martedì

Tiziana Cazziero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...