alimentazione, Articoli, interviste

Intervista alla Dottoressa Angela Zoccali. Nutrizionista.

Oggi un’intervista diversa dal solito. Ho aperto questa nuova rubrica dove si parlerà di alimentazione e nutrizione, ho il piacere di presentarvi la Dottoressa Angela Zoccali, nutrizionista.

Parliamo con la dottoressa Angela Zoccali specializzata in nutrizione preventiva.

Intervista alla Dottoressa Angela Zoccali. Nutrizionista

Salve dottoressa e grazie per aver accettato il mio invito. Può spiegarci per bene cosa significa nutrizione preventiva? Di cosa si occupa?

Salve, io sono un medico nutrizionista, nel mio lavoro mi baso sulla dieta mediterranea, educo i miei pazienti ad uno stile di vita sano, che ha come obiettivo la salute. La sana alimentazione è alla base della prevenzione primaria, cioè di quei comportamenti in grado di evitare o ridurre le malattie. Noi siamo ciò che mangiamo.

20190803_140411

Si parla spesso di nutrizione, ma cosa significa realmente nutrire bene il corpo umano? Perché alcuni alimenti sono più indicati di altri, quali fanno bene e quali fanno male?

Mangiare e nutrirsi sono due cose differenti. Noi dovremmo sempre nutrirci, cioè assumere attraverso gli alimenti tutti i nutrienti (carboidrati, lipidi, proteine, vitamine, sali minerali, fibre) necessari per il corretto funzionamento del nostro organismo, evitando le calorie vuote, cioè gli alimenti ricchi di zuccheri, o sale, che non nutrono e quindi non saziano (snack, merendine, patatine confezionate, bibite gassate, bevande zuccherate ecc). I cibi che non dovrebbero mai mancare in una dieta bilanciata sono verdura, frutta, legumi, i cereali, che si trovano alla base della piramide alimentare.

Quando consiglia di rivolgersi a un nutrizionista? Quali sono le malattie cui si va incontro se non si segue un certo tipo di alimentazione?

Il nutrizionista oltre a elaborare il programma nutrizionale da seguire, svolge il lavoro fondamentale di educazione alimentare. Quindi, in teoria, tutti potrebbero rivolgersi ad un nutrizionista per imparare a mangiare bene e in maniera bilanciata.

Cosa si dovrebbe mangiare durante la giornata per mantenersi in salute? Potrebbe indicare brevemente uno schema partendo dalla colazione, spuntini, pranzo e cena? Proteine, carboidrati sì, no e quando?

Secondo la dieta mediterranea, i macronutrienti espressi come percentuali dell’apporto calorico totale, durante una giornata tipo, sono cosi ripartiti: 50-60% carboidrati, 25-30% lipidi 15-20% proteine . Ogni pasto, partendo dalla colazione, dovrebbe contenere tutti i macronutrienti, quindi essere costituito nelle giuste dosi da cereali, frutta, verdura, e una fonte proteica (legumi, pesce, uova, e in quantità minore carne e formaggi). Importanti sono anche i latticini, la frutta secca e i semi. Fondamentale è l’ olio extravergine d’ oliva per condire. Da ridurre invece (max 5 g al giorno) il sale.

Navigando nel web andando alla ricerca sull’argomento, ho notato che si parla sempre più di colazione salata. In Italia siamo ancora legati al classico cappuccino con brioche. Quindi dobbiamo dire addio al cornetto dolce? Cosa ci dice su questo.

Personalmente la adoro, la consumo e la consiglio. Ma è una questione di gusti, anche la colazione dolce può essere molto nutriente e salutare, certamente non quella a base di caffè e cornetto, perché scarseggia dei macronutrienti di cui parlavamo prima, quindi è povera e sbilanciata. Ma ad esempio si può’ fare una colazione dolce utilizzando dello yogurt, fiocchi di avena, muesli, frutta fresca e secca, della cioccolata fondente, ci sono tante alternative.

Siamo tornati a pieno ritmo quotidiano, molti sono costretti a mangiare fuori casa, cosa consiglia a quelle persone che ogni giorno sono nei fast food? Cosa mangiare? Meglio organizzarsi per tempo con un piatto unico?

Direi di evitare i fast food. Ai miei pazienti consiglio sempre la cosiddetta “schiscetta” cioè il pranzo portato da casa. Molto comodo è il piatto unico, che può essere un’insalata con una fonte proteica dentro, accompagnata dal pane, o un’ insalata di riso o farro con legumi e verdure.  Si può variare tantissimo.

Più carne o pesce? Cosa dovremmo portare in tavole più spesso e perché?

Le dosi consigliate sono due – tre volte a settimana carne, da preferire, quella bianca, e due- tre volte pesce, ci sono altre fonti proteiche, legumi, uova, formaggi, soia. La chiave è variare. Da ridurre al minimo (max 1 volta a settimana) carne rossa e insaccati.

 

Stiamo per giungere alla fine di questo post nel blog, nello specifico oggi di un’intervista dedicata alla nutrizione e al mangiare sano. 

Volevo chiederti, a te che stai leggendo, se ti è piaciuto questo post, lascia il tuo like e condividi il link nelle tue pagine. Per me e il blog la condivisione è importante, a te ti costa solo pochi secondi. Che dici, ti va? Grazie per il tuo feedback e leggi l’ultima risposta.

 

Dottoressa come si è avvicinata alla nutrizione preventiva, come mai questa scelta? Ci racconti un po’ di lei.

Io sono un medico specializzato in igiene e medicina preventiva, durante i miei 5 anni di specializzazione mi sono avvicinata molto al mondo degli alimenti, occupandomi prima di sicurezza e igiene alimentare, successivamente ho studiato Nutrizione umana e Dietetica. Mi è venuto naturale unire il mondo della nutrizione a quello della prevenzione nello svolgere il mio lavoro.

Grazie

Ringrazio la dottoressa Angela Zoccali, ricordo la sua pagina Instagram @nutrizionepreventiva

 

Alla prossima e se vuoi lascia un commento, ti aspetto.

Di seguito qualche suggerimento per te. – CLICCA QUI

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...