Articoli, Recensioni

Recensione. James di Tiziana Iaccarino

Oggi vi parlo di James, il nuovo romanzo dell’autrice Tiziana Iaccarino fresco di pubblicazione, in giornata, oggi 10 settembre su Amazon.

Dopo aver amato e letto Con il cuore in subbuglio (qui la recensione) non potevo perdermi di leggere questo prequel su James, il protagonista maschile della storia.

Aspettavo da tempo questa lettura pur non sapendo bene cosa l’autrice avrebbe raccontato su questo protagonista che fin dalla prima opera appare con un’anima tormentata. Non mi sono sbagliata e da lettrice amante delle storie tormentate ma con un filo di speranza, mi sono emozionata nell’aver letto cosa è accaduto a quest’uomo anni addietro, quando il destino si è accanito contro di lui.

 

eBook cover

Recensione James

di Tiziana Iaccarino

 

James è un uomo disturbato dal suo senso di colpa, non riesce ad accettare l’immensa tragedia che lo ha colpito a tradimento durante quella che doveva essere una piacevole e romantica gita in barca con la sua famiglia: sua moglie e il figlio di cinque anni.

Un evento imprevedibile dalla vita e dal fato maligno che troppo spesso gioca con i cuori delle persone, distrugge la famiglia di James.

Lui vive nella sua fattoria a Mildford, gli abitanti si sono abituati a convivere con un abitante del paese che somiglia molto a un fantasma, all’ombra di se stesso, come lo definisce la stessa autrice nel romanzo. Un uomo che non riesce ad accettare di vivere senza le due persone più importanti della sua vita: sua moglie e suo figlio. La speranza in lui si accende quando spezzato nell’anima a causa di questo dolore, cerca conforto tra le braccia di una donna sposata e con due figli anch’ella un’abitante del villaggio. Lei da sempre infatuata in segreto di James, nella vedovanza di lui vede la possibilità di conquistarlo, fin dalle prime settimane della tragedia inizia ad affacciarsi alla sua casa, con la scusa di portare generi alimentari in segno di amicizia come una buona compaesana si sente di fare in circostanze come quella.

Dopo un lungo periodo, James, un giorno cade vittima della lussuria di questa donna, Emily, con la quale porta avanti una relazione fino a quando non entra in scena la figura di Rosalie, dall’incredibile somiglianza con la defunta morte di James, Abbie.

Questi sono alcuni dei passaggi della trama, adesso vi racconto le mie considerazioni sulla lettura.

  • Considerazioni

James è uno di quei romanzi che ti rimane nel cuore, non sono per la bellezza dell’uomo narrata dall’autrice, definito più volte un vichingo, per la sua statura fisica ma anche in virtù della realtà geografica in cui è ambientata la storia: la Scozia. James colpisce grazie alla capacità narrante e dello stile dell’autrice, di rendere vero e concreto ogni suo pensiero e azione. Come se fosse dinanzi a noi mostrandosi con le sue paure, incertezze, dubbi e allo stesso energia.

Io amo le storie dai caratteri turbolenti, messi alla prova dalla vita, sono storie vissute non distanti dalla vita vera, quelle in cui ognuno di noi, per motivi differenti può identificarsi. I tormenti dell’anima sono sensazioni ospitate dai cuori, e anche qui abbiamo un uomo che sopravvive a se stesso, cerca di farlo, anche se in verità non vorrebbe e conduce le sue giornate tutte uguali senza uno scopo, se non quello di poter rivedere un giorno la sua famiglia, occupando apaticamente della fattoria e svolgendo lavori di manutenzione quando richiesto da altri abitanti del villaggio.

I personaggi che conosciamo in questa storia sono Save, la mia preferita in assoluto, l’anziana donna che anni addietro ha salvato la vita di James. Colei che ha un passato misterioso, una signora avanti con gli anni che un giorno trova lo sfortunato James sugli scogli, vittima di un naufragio, la cui barca è stata inghiottita con la moglie e il figlio dal mare in tempesta.

Poi ci sono Emily e Rosalie, due donne che nutrono una passione maniacale per quest’uomo sofferente, rimasto vedono in una maniera tragica, perdendo l’amore della sua vita e il suo bambino di cinque anni. Mi sono sembrate due approfittatrici senza cuore. Dicono di amarlo, ma la loro è un’ossessione verso una figura che non hanno mai potuto avere fino a quando il fato maligno ci ha messo lo zampino. La prima gioca alla moglie e donna modello di paese, nascondendo dentro di lei una donna frustata che si concede a un uomo diverso da suo marito senza alcun ritegno. Umiliandosi dinanzi a James. Un aspetto che nelle donne non amo, sia nella vita vera nè nei personaggi narrati.

Rosalie è la cugina di Ebby dall’incredibile somiglianza. Un’altra donna che cerca di convincere il cuore di James a essere travolto dalla sua follia, ma lui anche per una coincidenza strana che non dico qui ma lascio che siate voi lettori a carpire con la lettura, sa che nemmeno lei può essere la donna che lo salverà dalla sua solitudine.

Conclusioni

Che storia! Che libro! Il mio cuore è stato in subbuglio durante la lettura, conoscevo il futuro di James avendo letto il primo romanzo, ma quest’altro libro ha reso ancor più magica e intensa tutta la storia di James.

Non è la classica storia che parla di amore, c’è tanto altro. Emozioni, dolore, rivalsa e voglia di rinascita.

Come si supera un dolore tanto forte?

James.

Questo libro promette emozioni.

Leggetelo.

Tiziana Cazziero

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...