Articoli, Mondo blog, Mondo Blogger, Promozione autori, Scrivere

Promozione. L’importanza di essere social

La promozione è un tassello fondamentale nella pubblicazione di un libro. Molti mi scrivono per sapere quale possa essere la chiave vincente per farsi conoscere, ovviamente non sussiste nessun segreto in merito, ma ci vuole comunque un duro lavoro su se stessi e nei social per permettere alle nostre opere di essere conosciute dai lettori.

La prima cosa da fare è pubblicizzare l’opera nei modi giusti, ma soprattutto credo che sia di ugual valore l’importanza di presentare se stessi al pubblico in modo corretto. Leggo spesso post pubblicitari di autrici nei vari gruppi che fatico a riconoscere, perché se non incontri quei nomi nelle varie community, non riesci a riconoscerle e ad d associare a quel nome un’identità. Se questa non ha mai interagito nei gruppi e se non ricordi di averla vista in nessuna attività nel mondo social, si rischia di cadere in quell’anonimato che rendere l’autore purtroppo trasparente agli occhi degli altri.

essere social

In passato nella letteratura di un tempo non esisteva la voglia e necessità di conoscere virtualmente uno scrittore per acquistare un suo libro, ancor oggi con la letteratura straniera i romanzi si acquistano ad occhi chiusi senza tuttavia avere alcun contatto con quelli, tranne ad aver “piacizzato” una loro eventuale pagina autore. Quando però si parla di self, il mondo social diventa complice nel mettere in relazione autori e lettori e tutti vogliono sapere chi sia quella scrittrice prima di comprare una sua opera e spesso è necessario del tempo, settimane, mesi e anni prima di decidere di acquistare un loro libro.

Oggi ci sono questi mezzi che in passato erano impensabili, quando ho iniziato io, anni fa, collaboravo con una redazione online che m’invitò a iscrivermi a Facebook per potermi inserire in un gruppo legato alla redazione del magazine per il quale scrivevo per organizzare il lavoro con i colleghi. Questo è accaduto tempo fa quando ancora nessuno o pochi conoscevano questo social che col tempo si è evoluto in modo congeniale a favore degli autori.

Non pensiamo però che essere su Facebook sia una fase conclusiva, devi farti vedere tu, essere presente in modo social, ciò significa interagire, conoscere e cercare rapporti con gli altri, commentare i post delle altre persone. (Se non commenti gli altri, quelli come e perché dovrebbero venire da te)?

Scrivere post divertenti, proporre anche qualche quesito e al contempo individuare una metodologia alternativa alla classica promozione, ossia al solito spam, che spesso non porta i risultati sperati. Puoi fare tutta la pubblicità che vuoi, ma devi saper stuzzicare, proporre sondaggi, essere te stesso senza copiare e proporre la tua personalità in modo intelligente.

Avere carisma ed essere autori capaci di diventare personaggi non dico che sia un qualcosa di facilmente realizzabile, spesso c’è dietro un lavoro di anni consistenti in un faticoso impegno che alcuni spesso ignorano.

La pubblicità è l’anima del commercio, è sempre stato così, ma cercate di avvalervi dei mezzi che ci sono oggi e di approfittare della modernità per essere social e crearvi il vostro seguito, poco importa che sia ampio, piccolo, modesto, l’importante è continuare a lavorare su voi stessi e per le vostre opere, scrivendo sempre con costanza senza smettere.

socialpubblicità

Il web

Il web è un territorio molto ampio e vasto dove potete trovare spunti e agenti di marketing forti e professionali che con i loro blog possono dare ottimi spunti e idee per entrare meglio nei meccanismi promozionali.

I blog sono spazi virtuali nei quali gli stessi fondatori possono raccontare le proprie esperienze e sprigionare consigli e suggerimenti con guide e manuali che contengono alcuni accorgimenti spesso ignorati o sotto valutati.

 

Non sono social, mi vergogno.

Questa frase l’ho letta tante volte in messaggi privati e commenti, sinceramente dovremmo andare a fondo del significato che c’è dietro al termine “vergogno”, per sapere di cosa esattamente stiamo parlando e del perché ci si dovrebbe vergognare? Di cosa?Di aver scritto un libro, di non saperti esprimere? Di non essere all’altezza degli altri colleghi? Di non saper rispondere alle domande?

Sono solo alibi.

Tutto avviene per gradi e col tempo vedrete che avverrà con naturalezza, ciò su cui vi sprono a riflettere è su quello che potete fare per voi stessi e che ancora non avete provato in termini di socializzazione e promozione di voi stessi e delle opere che avete scritto.

Mettetevi alla prova, cercate gruppi con i quali vi potete sentire a vostro agio, conoscete persone, commentate, contattate anche in privato alcune persone con le quali sentite di poter avere una certa empatia.

Cosa significa essere social?

social-3064515_960_720

Dovete imparare a essere voi stessi e a rompere lo schermo (non fisicamente s’intende) e a entrare nelle case degli altri (non con scasso, virtualmente parlando), con gentilezza, educazione e mai con atteggiamenti spavaldi o irruenti e aggiungerei, di lasciar stare l’arroganza, ne ho vista fin troppa in giro.

Modestia è la chiave giusta. Non arriva tutto e subito, ci vuole costanza e voglia di arrivare all’obiettivo finale. Qual è il vostro?

Alla prossima.

Tiziana

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...