Tradimento
Articoli, la posta del cuore, Mondo blog, Mondo Blogger

Tradimento. Perché si tradisce, cosa spinge verso l’infedeltà?

Tradimento. Oggi argomento spinoso, in attesa che arrivi la mia prossima commedia, che parla proprio di tradimenti, ho deciso di provare a scrivere questo articolo per vedere che cosa ne pensano i lettori e qual è l’idea che c’è in giro sui tradimenti. Ho fatto qualche ricerca per il mio libro, letto molti articoli, visitato siti specializzati, dove consulenti professionisti psicoterapeuti sprigionano le loro perle di saggezza sull’argomento.

Tradimento
tradire

Perché mi ha tradito?

Una domanda che nella maggior parte delle volte rimane senza una vera risposta. Ovviamente mi esimo dal citare eventuali insulti, ma sono certa che ognuno di voi può benissimo immaginare quali possano essere le parole espresse nel momento in cui ci si accorge che il partner ci ha tradito.

Accade anche di sentire: perché tradisco? E sì, spesso un individuo non conosce lui stesso le motivazioni che spingono verso l’infedeltà, perché in effetti, quasi sempre, chi tradisce asserisce di amare la propria compagna o fidanzato, e non comprendere perché non hanno saputo resistere e sono stati vittime della tentazione.

Tradimento finale: Un’indagine delle donne del Club Omicidi

Infedeltà
Infedeltà
  • Perché si tradisce?

Non c’è una vera spiegazione, bisogna andare a fondo, all’interno della psiche della persona interessata per comprendere eventuali motivazioni, che a mio avviso, non ci sono, ma specifico, punto di vista personale. Dico sempre che se un amore finisce, non serve tradire, non bisogna arrivare a tanto: lascia la persona che di certo non ami più.

Quando si arriva al tradimento, penso che il rapporto di coppia sia arrivato quasi al capolinea, non c’è giustificazione nelle mie parole, penso che quando ci si rende conto di provare qualcosa per un’altra persona, bisognerebbe avere il coraggio di confidarlo all’altro. Non è facile. Nessuno, credo sia realmente capace di affrontare l’argomento. Magari non si ama più, ma si prova affetto e non si vuole ferire l’altra persona, aggiungo e chiedo: può far più male una verità scomoda o il tradimento della fiducia?

Tradire: Come superare il tradimento e capire il meccanismo che lo scatena

Diversi tipi di tradimento

Ci sono diversi tipi di tradimento. C’è quello carnale, ossia quello spinto da una passione occasionale di puro e solo sesso, e poi c’è il tradimento sentimentale, quello che implica la nascita di una seconda relazione parallela.

Non saprei dire quale possa essere più grave, ma è vero che purtroppo ci sono tanti traditori seriali e sono quelli che asseriscono nel 90% dei casi di amare la moglie, fidanzata, compagna o chiunque abbiano al loro fianco.

Perché si tradisce

Non c’è una motivazione sul perché si tradisce. Capita e basta. Il rapporto magari potrebbe essere stato in crisi, logoro, triste, piatto e ci sono persone che non avendo la capacità di risvegliare l’eros e la passione con il proprio compagno, si accendono solo con terze persone che rappresentano uno stimolo nuovo.

Leggendo opinioni di professionisti di settore, scopro che nella maggior parte dei casi, chi tradisce ha bisogno di dare un senso alla propria vita, che ha bisogno in quel momento di appagare i propri bisogno personali, di trovare soddisfazione e compiacimento. Tutto questo, spesso, si perde in una relazione che dura da tempo, e la persona cerca quel qualcosa che non trova nella sua routine, ha bisogno nella novità, ossia qualcuno in grado di ridargli fiducia in se stesso.

E poi diciamo la verità, cosa c’è di più stuzzicante di qualcosa che non si dovrebbe fare?

Tradire è proibito. Non si fa. Non è una cosa giusta! Riflessioni che spingono i più predisposti per natura a tradire. Se dici a un bambino “quello non si fa”, in automatico, lui vorrà sperimentare quell’azione proibita. Ottima considerazione esposta da una professionista che ne parla in questo articolo. QUI.  Sono d’accordo, ma penso pure che l’uomo o donna, debba essere in grado di distinguere cosa è sbagliato e cosa, invece, non lo è. Questo discorso non fa una piega, mi verrebbe da dire, ma gli adulti non si distinguono dai bambini perché in grado di prendersi le sue responsabilità e saper discernere il giusto e rispettoso, da cosa non lo è.

Poi arriva il dopo: si può perdonare un tradimento?

Non c’è una risposta che possa darvi, non io che sono una semplice donna che ha un suo personale punto di vista e poi, anche perché nella vita non sai mai come si può reagire a una determinata situazione. Io ho un temperamento abbastanza acceso sull’argomento, lo ammetto, dentro di me, so che non riuscirei mai a superare il tradimento del partner. Puoi sforzarti di perdonare, ci sono persone che dicono di averlo fatto, ma il punto è:

HAI REALMENTE PERDONATO IL TRADIMENTO?

Se decidi di perdonare, se davvero sei stato in grado di farlo, hai la mia ammirazione, non giudico, mai lo farei nella vita, ma penso che è un qualcosa che deve partire da dentro. Devi cancellare immediatamente quanto successo, se rimane nella tua memoria anche un briciolo del dolore provato, che spunta a ogni stagione autunnale, a ogni tempesta, a ogni litigata o incomprensione, qualcosa non va come dovrebbe. Allora devi essere certo di aver realmente perdonato, altrimenti non penso che si possa vivere con quello stato d’animo.

Nella commedia che arriverà online su Amazon a fine febbraio 2018 (sarete avvisati quando), affronto col sorriso questo tema caldo e lo faccio, incrociando questo status della vita con un altro, ancor più scomodo e attuale.

Perdonare sì, perdonare no? Non è semplice avvallare considerazioni su questo tema, ma se avete qualcosa da dire, aggiungere, commentare. Questo blog è aperto al dibattito e al confronto.

COSA PENSATE DEL TRADIMENTO?

  • Si può perdonare?
  • Avete perdonato?
  • Non vi chiedo se avete tradito, non potrete mai ammetterlo in pubblico, ma se volete confidarvi, inviandomi una mail e partecipare in anonimato alla rubrica la posta del cuore, sarò lieta di pubblicare la vostra riflessione, rimanendo in assoluto anonimato, stanne certi.

Tiziana Cazziero

voltarepagina77@gmail.com

Annunci

3 pensieri riguardo “Tradimento. Perché si tradisce, cosa spinge verso l’infedeltà?”

  1. Io credo che l’unica ragione del tradimento sia il disinteresse. Se tradisco non amo più la persona che ho tradito. Certo, ci sono vari aspetti e vari tipi di tradimento, ma penso che l’idea di fondo sia questa. Per quanto riguarda il perdono, invece, credo che non esista per davvero. Se perdoni lo devo fare bene e farlo bene significa non portare rancore a chi ti ha tradito: non è facile. Bell’articolo, Tiziana! Credo come te che non sia più un tabù ma un elemento sociale di cui bisogna parlare! A presto, Gloria

    Mi piace

    1. Grazie Gloria, per quanto si cerchino delle ragioni, talvolta è difficile accettare anche il fatto, che semplicemente, una spiegazione vera non c’è. Fa male e il “dopo” è difficile risolverlo.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...