Articoli, Come scrivere un libro, Editing, Mondo blog, Mondo Blogger, Scrivere

Scrivere, revisionare, correggere

Scrivere, revisionare, correggere è il titolo che ho voluto dare a questo post. Di cosa si tratta? Sono alle prese con un progetto di prossima pubblicazione e tra una correzione e un’altra, ho sentito la voglia o forse necessità di scrivere questo post nel blog per parlare a brevi cenni della scrittura e di cosa comporta e del come avviene la crescita di una storia.

Le prossime pubblicazioni prevedono l’arrivo di una bella commedia, una storia leggera per ridere e sorridere e sognare insieme ai protagonisti un amore nato quasi per caso. Non vi svelerò ancora nulla della trama, ancora i tempi non sono maturi, ma penso che potreste avere notizie molto presto. L’altro lavoro interessa finalmente il terzo libro della saga Strega che splende, finalmente in primavera vedrà la luce, molti stanno aspettando questo terzo libro, tranquilli, se anche tu lo hai letto, a breve arriverà la storia di Elena.

Scrivere

Scrivere, revisionare, correggere. Questi sono tre dei passaggi fondamentali che accompagnano la nascita di una storia. Prima di tutto, c’è la fase della scrittura, quella di getto, in cui nasce la trama e si scrive nero su bianco quella che si chiama la prima stesura.

Revisioni
Revisioni

Revisione

  • Poi arriva la fase della revisione.

Cominciano le riletture del testo, quelle che sono in corso al momento con la commedia; sono riletture, revisioni della trama dove può avvenire ancora di tutto. Tagli e cuci, ossia leva e metti quel periodo, aggiungi quel personaggio o un dettaglio, un particolare e al contempo eliminare quella frase, tale periodo che non suona bene o anche quelle parole che non si sposano con il testo. Arrivano nuove ispirazioni, spesso accade con le continue revisioni di cambiare totalmente interi capitoli. Sono in questa fase ed è bello ed emozionare assistere alla nascita di questa nuova avventura. Gioisci con i personaggi, spesso ti emozioni, altre volte ti deludi e capita anche di arrabbiarti con quanto succede.

Non è una fase semplice, se non gestisci bene il tutto, rischi di revisionare all’infinito, ma è giusto dire, che è anche una questione di esperienza che arriva col tempo. La gavetta e gli anni di scrittura e la pratica sono fondamentali. Quando qualcuno mi chiede della scrittura, dico sempre che l’esperienza e scrivere e leggere tanto, sono elementi indispensabili nel lavoro della scrittura.

scrivere revisionare
scrivere revisionare correggere

 

Correggere

Poi bisogna correggere, altra fase vitale nella nascita di una storia. Quando pensi che possa andare bene, è arrivato il momento di farlo leggere a un editor. Questo lavorerà sul testo, lo leggerà e annoterà tutto ciò che non va secondo lui nella vicenda, in base a ciò che la sua professionalità gli suggerisce. Ci saranno interi periodi e pagine da eliminare, personaggi che dovranno crescere ed essere descritti meglio; suggerimenti e consigli che seppur spietati, saranno determinanti nella stesura di un libro. Un autore a volte soffre nel vedere e ascoltare i consigli di un editor, vorrebbe lasciare la sua creazione nel modo esatto in cui l’ha scritta, non vorrebbe violarla e si sente anche ferito per le annotazioni fatte da un editor. Se volete scrivere e pubblicare un libro, dovete essere pronti a raccogliere le critiche più spietate, che, ovviamente, non sono gli insulti gratuiti che spesso si leggono sparsi nei social. Tu, autore, devi sentirti pronto a ogni possibile e necessaria azione per portare un libro a vedere la luce.

Poi, non dimenticate il correttore di bozze, altra figura diversa dall’editor. Questo difatti è il prescelto dall’autore, identificato in colui che andrà a caccia di refusi, spulcerà e rileggerà anche in tempi diversi l’opera. Il suo ruolo non è editare, ma correggere eventuali errori, sviste, refusi. Non sarà tenuto a dare un giudizio sull’opera, consigli e suggerimenti con indicazioni vitali sul testo sono solamente a opera dell’editor, che indicherà eventuali errori se vorrà, ma avrà il compito principale di valutare la trama, come questa sia stata scritta, se tutto funziona come dovrebbe, se ci sono eventuali discordanze di vario genere.

Insomma, come vedete e scoprirete col tempo, scrivere un libro è davvero un lavoro lungo e faticoso. Dura mesi, spesso anni, dipende da cosa state scrivendo, dalla stessa trama, dal genere, lunghezza del testo stesso, se trattasi di racconto, romanzo,  saggio, biografia.

La scrittura e il blog ogni tanto chiamano, grazie per avermi letto e se ti va e il post ti è piaciuto, lascia un commento.

Alla prossima.

Tiziana Cazziero

Annunci

11 pensieri riguardo “Scrivere, revisionare, correggere”

  1. La revisione è l’essenziale per la stesura di un testo! Questo articolo è davvero utile, Tiziana! Hai ragione a dire che in questa fase “può avvenire ancora di tutto”! Sei riuscita a dare ottimi consigli!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...