Recensione. Emma la vita che non perdona di Emme X

Siamo in compagnia di una nuova recensione, l’ultimo libro appena terminato di leggere è Emma la vita che non perdona dell’autrice Emma X.

Conosco quest’autrice, già letta e apprezzata per alcune sue opere passate, ricordo alcune storie brillanti e spensierate, ma qui, quando mi sono trovata dinanzi a un titolo come questo e leggendo genere “drammatico”, ho intuito che qualcosa di diverso stava per entrarmi nel cuore. Appena ho terminato di leggere, ho postato un commento su Facebook, era passata l’una di notte, ma gli ultimi capitoli dovevo leggerli per scoprire dove Emma sarebbe giunta, poche parole ispirate dall’emozione provata in quell’istante. Sconvolgente e intensa.

Commento sul mio profilo Facebook.

Ci sono alcuni libri che ti rimangono graffiati dentro. Grazie Emme X Autore per aver scritto e parlato di Emma, la vita non perdona.

Emma, la vita che non perdona

51emrz2cuhl

SINOSSI

Emma Nilsson è una ragazza di ventuno anni, con un passato doloroso alle spalle. Sopravvissuta a un tentato suicidio, vuole ricominciare una nuova vita, sebbene abbia serie difficoltà a relazionarsi con le persone. Un giorno, iniziano ad arrivarle delle e-mail sul cellulare da “Poeta Sconosciuto”. Lui sa, sa tutto del suo passato, ma sa anche che non è pronta a incontrarlo, così le propone un gioco: le darà dieci indizi che la porteranno a capire chi si cela dietro quel soprannome misterioso. Emma, così diffidente e disillusa, sarà disposta a giocare? A rendere più difficile la scoperta della sua identità, sarà l’arrivo di quattro ragazzi apparsi improvvisamente nella sua nuova vita: Helmer, Charlie, Oliver e Albert. Chi di loro è il Poeta Sconosciuto? Qual è il passato da cui Emma è sopravvissuta? E quello dell’ammiratore segreto?

Tra e-mail d’amore, di rimproveri, d’indizi, di sentimenti complicati e dolorose verità, si svolge il romanzo. Emma vi accompagnerà nella sua storia sofferta e toccante fino al midollo, che vi procurerà brividi di dolore e tanta voglia di tirarla fuori dalle pagine per abbracciarla. Tutto si può risolvere, ma la vita… non perdona.

Genere: Drammatico

Recensione. Emma la vita non perdona di Emme X

Emma è la protagonista di questa storia, è giovane ma la vita le è stata strappata da bambina quando ha conosciuto il dolore fisico e mentale. Il terrore è una costante della sua vita, oggi ha ventun’anni, sembra aver raggiunto finalmente la pace, ma il cuore ha troppe ferite aperte che sanguinano e non è semplice rimarginarle tutte con un semplice colpo di spugna.

Il passato, quello della nostra infanzia, non è mai cancellato del tutto, che sia felice o invaso dal terrore, rimane ancorato saldamente nelle nostre memorie e rimane lì, fino a quando decidiamo che è giunto il momento di andare oltre. In verità non accade mai, possiamo vivere ogni giorno la nostra vita ignorando quelle memorie, ma basta un nulla per far rivivere quegli attimi di vita vissuta. Emma lo sa bene, anni di terapie non sono serviti, ha imparato a punirsi, sofferenza su sofferenza per cancellare il male che alberga da anni nella sua anima.

Troppi anni vissuti in una realtà devastante, tutto sembra perduto fino a quando uno spiraglio si affaccia nella sua vita maltrattata da un destino beffardo che sembra prendersi gioco di lei. Quando il Poeta sconosciuto entra nella sua quotidianità, le nubi possono finalmente aprirsi e il sole fa il suo timido capolino in un’esistenza grigia e priva di colore. Emma è riuscita in qualche modo e con numerose difficoltà a crearsi una routine, con un lavoro che la appaga, ha nuovi amici e forse, l’amore. Questa è una parola sconosciuta per lei, sa bene che la sua diffidenza è nemica di ogni probabile relazione, lo sa bene anche il Poeta Sconosciuto che trova una chiave perfetta per scavare le pareti di acciaio del suo cuore, per riscaldarlo con il suo amore. Ci prova ogni giorno con le sue mail, le scrive dichiarazioni d’amore che farebbero sciogliere ogni donna e lei, vorrebbe tanto lasciarsi deliziare dalla carezza di quelle frasi d’amore, che qualcuno ha scritto appositamente per lei.

emma

La storia narra la vita di Emma e di un amore, quello poetico, differente da quello che siamo soliti leggere nei romanzi alla “moda” o nei classici romance. Non è una passione travolgente, ma un sentimento puro di salvezza, protezione, voglia di amare lei e soltanto la sua Emma.

Ho letto soffermandomi diverse volte nella lettura, talvolta era pesante immedesimarmi nella protagonista. Mi emozionavo e soffrivo con lei, avrei voluto abbracciare Emma per consolarla, ma al contempo mi arrabbiavo. Volevo scuoterla, gridarle, farla svegliare dal terrore che la circondava. Avrei voluto una Emma più forte, ma mi rendevo conto, durante la lettura, di quanto fossero troppo intrinseche in lei le ingiustizie che è stata costretta a subire.

Mi è piaciuta la storia d’amore, nata lentamente, senza forzature, con un corteggiamento inusuale, una volta esistevano le lettere d’amore, oggi ai tempi di internet è stato carino vedere come si possano usare questi mezzi senza perdere l’aspetto romantico.

Il Poeta sconosciuto è stata una bella idea nel romanzo, è quella parte nella storia che la rende dinamica, il lettore deve andare avanti per scoprire chi lui sia e come conosce Emma, desidera verificare se Emma alla fine riuscirà a superare le sue remore e a lasciarsi andare. Non capivo mai chi potesse essere, la penna dell’autrice è stata brava con questo aspetto, il mistero stuzzica la voglia di leggere e andare avanti.

  • Personaggi.

Emma è stata costruita bene, parla al presente e ci racconta il suo vissuto, caratterizzata nel modo migliore. Ci sono gli amici e il fratello che hanno un ruolo chiave nella vicenda, sono un contorno indispensabile. Tra questi c’è il Poeta Sconosciuto perfetto per Emma, forse troppo. Entrambi hanno vissuti forti, infanzie negate per motivazioni lontane l’una dall’altra ma che hanno segnato le loro vite per sempre.

Considerazioni.

Il romanzo mi è piaciuto molto, ho quasi pianto, mio sono emozionata e finalmente ho trovato qualcosa di diverso che merita a mio avviso tanta attenzione. Ci sono molti romanzi uguali nel grande calderone delle pubblicazioni, questa lettura originale e drammatica mi spiace non averla vista prima ed è una di quelle storie che possono fare la differenza.

Annotazioni

Se devo fare qualche annotazione al romanzo, dico solo che alcune riflessioni della protagonista le avrei eliminate. Ho capito che l’autrice ha voluto marcare lo stato d’animo della protagonista, ma a mio avviso e gusto personale, alcune volte questi pensieri ripetuti, perché sappiamo cosa ha subito Emma, potevano essere evitati.

Conclusione

Emma la vita che non perdona è una lettura forte, intensa, ti lacera l’animo ma allo stesso tempo lo riempie. Ci sono sentimenti che fanno parte della vita, purtroppo sappiamo che esiste il bene e spesso dimentichiamo che c’è anche il male. La protagonista Emma lo sa bene, lei ha conosciuto il peggio che il mondo nella sua complessità possa offrire. Io consiglio di leggere questa storia, non mancano i colpi di scena nel corso della lettura e anche sul finale.

Ho già raccontato molto, non svelerò altro della trama, aggiungo solo che questo libro va letto.

Leggetelo.

Tiziana Cazziero

Annunci

2 thoughts on “Recensione. Emma la vita che non perdona di Emme X

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...