Recensione Io e Zdenka: Una vita per il sesso dell’autrice Marialuisa Moro

Recensione.

Io e Zdenka è l’ultimo romanzo che ho letto dell’autrice Marialuisa Moro, la conosco da anni e ho letto tutti i suoi libri, riconoscendo in lei uno stile unico e inconfondibile, graffiante, capace di arrivare al lettore come uno schiaffo diretto e brutale, regalando ogni volta storie di forte impatto sociale, di letteratura contemporanea e noir, con finali inaspettati e una rotazione multipla di personaggi.

Dopo questa premessa, arrivo a parlare di Io e Zdenka, un altro spaccato di vita vera, non scontata come potrebbe sembrare, nel quale troviamo tematiche sociali di vario genere con personaggi discutibili, che affondano nelle tenebre con le loro amicizie e famiglie.

51u6gocz11l

Breve descrizione

Un avvocato libidinoso ultra quarantenne con una famiglia sfasciata alle spalle, una bellissima e disinibita studentessa che manderà in briciole la sua vita.

Io e Zdenka: Una vita per il sesso

Recensione Io e Zdenka

 

Piero è l’avvocato libidinoso protagonista, che ho odiato con tutte le mie forze, di questo romanzo dal finale degno della mano creativa di Marialuisa Moro, sorprendente e che ho condiviso. Nella vita tutto gira e prima o poi torna indietro, questo avvocato ha fatto del sesso e della vita spericolata, vissuta sempre al limite, un modo di essere, quello su cui ha concentrato tutta la sua esistenza, fin dalla conoscenza di una ragazza che sarebbe diventata sua moglie pochi mesi più tardi, fino alla sua tragica morte prematura.

  • Storia

 

La prima metà della storia è stato uno scorrere di eventi che presentato l’ambiguo personaggio al lettore, con tutti i suoi difetti, ai quali  si cerca di dare una spiegazione e forse, continuando la lettura, si rimane in attesa che giunga il buon senso, attesa sottoposta a continui colpi di di scena e sconvolgimenti.

Un romanzo quando non è scontato, cattura l’attenzione e diventa un’opera da consigliare, questo è un dettaglio che evidenzia le qualità di un’autrice.

Lo dico apertamente, non ho amato questo personaggio e questo un po’ ha smorzato l’entusiasmo verso la storia, ma è una sensazione letteraria legata all’aver avuto una conoscenza troppo diretta con questo avvocato durante la lettura stessa, assistendo come una spettatrice nascosta alla condotta ampiamente condannabile della sua vita, coinvolgendo anche persone innocenti, che hanno avuto la sfortuna di incontrarlo. Perseguendo nella lettura, si scopre un avvocato che non si fa mancare nulla di perverso, giungendo anche alla frequentazione con una studentessa, Zdenka, che si rivelerà essere un personaggio chiave in tutta la vicenda.

L’antipatia verso un personaggio non può ovviamente portare a un’opinione uguale verso l’opera stessa, questa merita come sempre le mie parole di elogio per lo stile dell’autrice, per l’originalità e l’intreccio dei vari personaggi nella storia. Ci sono una serie di situazioni che s’incontrano avendo sempre lui, Piero, come comune denominatore. Questa storia ti mette davanti alla vita che tutti i giorni affollano le notizie dei telegiornali, sembrano eventi lontani da tutti noi, ma a volte, basta un niente, una follia, un gesto, una superficialità, e tutto può ritorcersi contro. Una scelta sbagliata nel tempo ritorna, rivelatrice e vendicatrice come un giudizio dal quale non possiamo scappare, lo è nella vita vera e lo si denota dalle battute finali del romanzo.

I romanzi di Marialuisa Moro sono noir contemporanei, ti scontri con sentimenti che potrebbero spaventare e intimorire, ma solo perché talvolta, come in questo libro, Io e Zdenka, presentano motivi di riflessione sulla vita che ci circonda, sulle scelte sbagliate, discutibili, azzardate, decisioni dalle quali non si torna indietro.

In questa storia c’è tutto, sentimento, amore impossibile non ricambiato, trasgressione, drammi famigliari, lutto e contrasti che appartengono al mondo degli adulti con quello dei giovani.

  • Personaggi

 

I personaggi sono tanti, differenti e tutti con un ruolo ben preciso nella trama. I principali protagonisti sono: Piero, l’avvocato avvelenato dal sesso, che sarà la sua rovina; Zdenka è una giovane studentessa che entrerà in scena verso la metà della storia, inizialmente si assiste a una passione fugace destinata a rimanere una squallida storia di sesso, in seguito si evincerà il ruolo della giovane, che diventerà più decisivo, fino alla svolta finale che terrà il lettore legato fino alle battute finali con un colpo di scena inaspettato, ma forse, anche l’unico possibile.

Altre figure di rilievo sono la figlia, che vive il dramma di una famiglia allo sbaraglio, con una morte prematura della madre e un padre menefreghista; poi c’è la cognata del protagonista, sorella della moglie defunta, amici, colleghi e altri secondari che colorano questo romanzo contemporaneo con le giuste sfumature.

Conclusione e valutazione

Avrei voluto saperne di più sulla vita antecedente di Piero, scoprire come mai un uomo diventa come lui, quali siano stati i meccanismi che hanno portato alla sua caratterizzazione finale, sapere della sua famiglia, crescita ed eventi forse decisivi o magari no, che hanno determinato la sua falsa maturazione.

Un libro che consiglio agli amanti di questo genere.

  Ti potrebbero interessare

 Il pozzo di Alesund: Thriller
Puzzle: Thriller norvegese
Orrore a Helsinki: thriller finlandese

Annunci

2 thoughts on “Recensione Io e Zdenka: Una vita per il sesso dell’autrice Marialuisa Moro

    • tizianacacazziero 15 settembre 2017 / 15:35

      Prego. Sono contenta.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...