Recensione Matrimonio di convenienza di Felicia Kingsley

Recensione

Tornano le recensioni nel blog, oggi vi parlo di un libro che lo anticipo subito, ho adorato fin dalle prime battute.

Ho comprato Matrimonio di convenienza stuzzicata dal titolo e dalla copertina, mi ha dato subito l’idea di una storia brillante, che avrebbe catturato la lettrice che c’è in me. L’istinto, lo dico sempre, va assecondato, anche in questo caso, pur non conoscendo l’autrice e attirata anche dal prezzo basso, diciamolo pure, mi sono convinta a comprarlo e ho fatto bene.

512bb2btiizil-_sy346_SINOSSI

Jemma fa la truccatrice teatrale, vive in un seminterrato a Londra e colleziona insuccessi in amore. Un giorno però riceve una telefonata dal suo avvocato che potrebbe cambiarle la vita: la nonna Catriona, la stessa che ha diseredato sua madre per aver sposato un uomo qualunque e senza titolo nobiliare, ha lasciato a lei un’enorme ricchezza. Ma a una condizione: che sposi un uomo di nobili natali. Il caso vuole che l’avvocato di Jemma segua un cliente che non naviga proprio in acque tranquille: Ashford, il dodicesimo duca di Burlingham, è infatti al verde e rischia di perdere, insieme ai beni di famiglia, anche il titolo. Ashford è un duca, Jemma ha molti soldi. Ashford ha bisogno di liquidi, Jemma di un blasone… Ma cosa può avere in comune la figlia di una simpatica coppia hippy, che ama girare per casa nuda, con un compassato lord inglese? Apparentemente nulla… Il loro non sarà altro che un matrimonio di convenienza, un’unione di facciata per permettere a entrambi di ottenere ciò che vogliono. Ma Jemma non immagina cosa l’aspetta, una volta arrivata nella lussuosa residenza dei Burlingham: galateo, formalità, inviti, ricevimenti e un’odiosa suocera aristocratica. E a quel punto sarà guerra aperta…

Matrimonio di convenienza

Recensione Matrimonio di convenienza

Una storia che ha strappato risate nel bel mezzo della notte, esilarante, ben scritto e con quel pizzico di originalità che non guasta. Le trame possono avere la tendenza a somigliarsi tra loro quando trattano argomenti romantici, ironici, divertenti con l’amore inspiegabile a vestire il ruolo da protagonista. Inizialmente pensi: ecco la solita commedia, invece rimani piacevolmente sorpresa e vai avanti nella lettura perché vuoi sapere cosa accade e come finisce.

Premetto che non amo i pov alternati e in questa storia abbiamo una scrittura in prima persona prima con i punti di vista di entrambi i protagonisti, di lei e lui, ossia Jemma e Ashford, questo però non riesce a scalfire l’opinione sul romanzo, perchè è una di quelle storie che ricorderai e soprattutto, di cui hai voglia di parlarne e consigliare.

  • Parliamo della trama.

Strutturata bene in una Londra con Jemma alle prese con la vita di tutti i giorni, cerca di sopravvivere lavorando come truccatrice per una compagnia teatrale, una ragazza dal cuore romantico che purtroppo non riesce a trovare l’amore che cerca, collezionando una delusione dietro l’altra. Tutto comincia a cambiare nella sua vita quando diventa ereditaria di un immenso patrimonio lasciato dalla nonna, ma che prevede una clausola vincolante, in contrasto con la vita di Jemma e della sua famiglia.

Ashford è un nobile che improvvisamente ha seri problemi di liquidità, se vuole sopravvivere deve necessariamente trovare una soluzione entro pochi giorni, altrimenti le banche minacciano di levargli tutto e non può permettersi un affronto di questo genere. Lui è il Duca di Burligham, ha un nome importante e una madre che morirebbe di crepacuore per la vergogna. Deve fare di tutto per salvare le proprietà di famiglia e questo, purtroppo per lui, prevede un matrimonio con una perfetta sconosciuta, ma ricca che lo salverà dal disastro finanziario.

Convoca dal suo avvocato per una soluzione, Ashford spera nel miracolo, ma purtroppo è costretto a valutare una proposta che sconvolgerebbe il suo stile di vita.

Jemma e Ashford sono costretti a siglare un patto che prevede il matrimonio e da quel momento è un continuo evolversi di situazioni esilaranti, divertenti che vedono l’ingresso di altri personaggi chiave nella trama, prima fra tutti la madre di lui, la classica suocera che nessuno vorrebbe avere.

Il matrimonio doveva rimanere solo un segreto tra loro, ma quando ci sono personaggi in vista e importanti come il Duca di Burligham, il gossip è sempre in agguato. In poche ore si diffonde la notizia per tutta Londra e i due, sono costretti a fingere, se vogliono beneficiare entrambi delle ricchezze di Jemma, a fingere di essere una coppia innamorata.

La mamma di Ashford è una donna aristocratica vede in Jemma un’approfittatrice, non sapendo che il patrimonio di famiglia è stato salvato proprio grazie a quella ragazza di Londra che lavorava come truccatrice e che veste in modo provocante, eccentrico e lontano da ogni canone concesso dalla nobiltà.

Non mancano i genitori della sposa, ever green naturalisti, che passeggiano nudi per casa tranquillamente, senza ponendosi alcun tipo di problema, che hanno preferito viaggiare per il mondo in un camper rinunciando alla ricchezza della famiglia di lei, motivo per il quale la nonna di Jemma l’ha diseredata. Anche loro sono due personaggi che condiscono allegramente la trama e poi non mancano altre figure che rappresentano un ottimo contorno a tutta la vicenda.

Quando scoppia lo scandalo Jemma è costretta a trasferirsi nella lussuosa villa del Duca, dove dovrà vivere a stretto contatto con la suocera e con un mondo per lei sconosciuto, con cene, pranzi, banchetti, sport altolocati, ricevimenti con abiti lussuosi e immense tavolate con personaggi di tutto il mondo che parleranno lingue differenti e soprattutto, si scontrerà con l’esigenza di scoprire tutto ciò che si nasconde dietro la nobiltà.

I due sono uniti inizialmente da un odio e astio profondo, sono il diavolo e l’acqua santa, il dolce contro il salato, bianco e nero, cane e gatto che non perdono occasione per insultarsi. Ma si sa, che convivere sotto lo stesso tetto può essere fatale. Con il trascorrere delle settimane, l’attrazione comincia a insinuarsi in entrambi, fino a quando una sera, un gioco libertino diventa si trasforma in cupido e sboccia la passione.

Non dirò tanto altro della trama, questo è un libro che consiglio, scritto bene, divertente, da leggere, in alcuni passaggi ho avuto le lacrime, si può dire? Le descrizioni sono perfette,dettagliate nei particolari, non si perde nulla ed è come essere spettatori nascosti di quanto accade.

Una lettura consigliata.

felicia banner

  • L’autrice

Felicia Kingsley

È nata nel 1987, vive in provincia di Modena e lavora come architetto. Coltiva la passione della scrittura dall’età di dodici anni, va dove la fantasia la porta e non è raro che si perda nei suoi pensieri e nelle sue storie mentre qualcuno le sta parlando. Il suo romanzo, inizialmente autopubblicato, ha riscosso grande successo sul web.

Questa è la pagina facebook dell’autrice

https://www.facebook.com/feliciakingsleyofficial

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...