Intervista alla blogger Anna Pernice

Non aggiorno il mio blog come sia giusto fare da diversi giorni, ma sono stata presa dalla mia ultima pubblicazione, la commedia per l’estate che molti di voi avranno già avuto occasione di vedere un po’ in giro nelle mie pagine social e in questo stesso blog.

Oggi ho il piacere di aggiungere un nuovo articolo o meglio, un’intervista a una blogger che ha trasformato una passione, anzi più di qualcuna, in un vero lavoro. Una giovane donna che ha avuto il coraggio di dire basta a un buon lavoro tradizionale con contratto a tempo indeterminato per diventare una libera professionista: blogger.

In questo blog tempo fa ho aperto una rubrica dedicata al mondo blogger, ho già intervistato altre blogger e questa è un’altra testimonianza che non potete perdervi. Quando si pensa a un blog, è facile cadere nell’errore di dire: va bene è solo passione, non un vero lavoro. Sbagliato. Dietro un blog di successo, e la professione di blogger c’è un mondo che molti non conoscono, sacrifici e tanta devozione; ne parliamo con  Anna Pernice

Intervista alla blogger Anna Pernice

anna pernice blogger

Ciao e grazie per aver accettato il mio invito.

Oggi si parla tanto di blogger, ma molti non sanno bene di cosa si tratta: un passatempo, un lavoro, passione o cosa? Cosa puoi raccontarci tu sull’essere blogger? Come e quando hai deciso di aprire un blog e di trasformarlo in un lavoro?

Risposta.

Ho aperto il mio blog a fine 2012 come hobby per raccontare i miei viaggi e la mia passione della moda. All’epoca lavoravo in azienda come responsabile comunicazione e mi interfacciavo quotidianamente con le fashion blogger e gestivo il blog aziendale. Ho così deciso di aprirne uno tutto mio da gestire a tempo perso. Un po’ alla volta il blog è cresciuto sempre più e mi ha richiesto sempre più impegno tra commenti da gestire, eventi a cui partecipare, articoli da scrivere, foto da sistemare fino a quando non ho deciso di licenziarmi da un contratto a tempo indeterminato e fare la blogger a tempo pieno. Decisione che rifarei altre mille volte.

Hai unito la passione per i viaggi con la moda in un blog, come riesci a conciliare il tutto con la tua vita privata?

Risposta.

Molto spesso la vita privata confina in quella pubblica di blogger. E’ un lavoro che ti impegna a tempo pieno, ma che ti permette anche di conoscere tantissime persone e di creare nuove ed interessanti sinergie. Il segreto è cercare di tenere separate le due cose e condividere sui social e sul blog solo ciò che può interessare al lettore cercando di limitare al minimo le condivisioni di vita privata al di fuori del mondo del blogging. Se ci fai caso, spesso nei miei reportage di viaggio pubblico solo foto mie e mai quelle dei miei compagni di viaggio, per evitare di far entrare troppo il lettore nella mia vita privata. Non è sempre facile, anche perché per essere spontanei ed avere un seguito bisogna essere quanto più possibile naturali e poco costruiti e non ti nego che a volte ho commesso l’errore di potare la mia vita privata nel blogging.

Cosa significa essere blogger? A tutti gli interessati al settore, cosa consigli? Quanto tempo impieghi e dedichi al tuo blog per renderlo attivo e funzionante?

Riposta.

Essere blogger è una delle nuove professioni digitali. E’ un lavoro da libero professionista che ti impegna tutti i giorni anche per più di 8 ore al giorno. Essere blogger non vuol dire soltanto pubblicare articoli sul blog, ma anche scattare foto, uploadarle, interagire con i lettori, gestire la propria community, partecipare ad eventi, fare networking, curare i social network. Il blog va’ gestito quotidianamente con la stessa cura ed impegno con la quale si crescerebbe un figlio.

Per chi è interessato ad aprire un blog e trasformarlo da semplice hobby ad uno strumento di lavoro a tutti gli effetti, consiglio il mio libro “Manuale per aspiranti blogger: crea emozioni con lo storytelling” edito dalla Dario Flaccovio Editore.

Manuale per aspiranti blogger: crea emozioni con lo storytelling

anna pernice libro
Manuale per aspiranti blogger, Anna Pernice

Hai scritto un libro: Manuale per aspiranti blogger, di cosa parla e come nasce l’idea di raggruppare le idee della vita da blogger in un libro? Puoi dirci a grandi linee cosa tratti nel testo?

Risposta.

Si. L’idea del mio libro è nata quasi due anni fa in seguito ad una lezione sul blogging e lo storytelling che ho tenuto all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli nell’ambito del corso di alta formazione in Exhibition Design. Vedere tanti ragazzi curiosi di scoprire di più del mondo del blogging mi ha reso davvero felice. Ho così deciso di scrivere un libro. Inizialmente doveva essere un semplice ebook, ma poi il progetto editoriale è piaciuto molto alla Dario Flaccovio Editore ed è diventato un manuale. Un manuale nel quale spiego come aprire un blog da zero: dalla scelta della piattaforma al nome dominio, fino a come scrivere un post affinchè sia interessante per i lettori e per google e come creare la propria community di riferimento. Il mio libro non si ferma alla sola creazione del blog e stesura degli articoli, ma spiego anche come gestire tutto il mondo che ruota intorno al blogging: come usare al meglio i social network per creare engagement e portare visite al sito, come creare un media kit efficace, come proporsi alle aziende per collaborazioni e come e quanto guadagna un blogger.

Com’è la vita di una blogger? Molti pensano che sia facile gestirne uno, che sia un lavoro per gli sfaticati (io lo sono e so quanta fatica richieda, ma non tutti lo sanno e lo pensano), tu cosa dici a queste persone? Come cercheresti di far cambiare loro idea?

Risposta.

La vita da blogger è una vita piena di impegni ed ore trascorse davanti al pc o incollati davanti al proprio smartphone. Molti tendono a vedere solo la punta dell’iceberg: l’essere sempre in giro per il mondo, visitare posti bellissimi, partecipare agli eventi più glamour, ma non hanno idea di quanto lavoro ci sia dietro tutto ciò. Quando si è in viaggio come blogger, non si è in vacanza. Si  hanno dei ritmi molto serrati. Sveglia quasi all’alba, in giro tutto il giorno a scattare fotografie e fare video, condivisioni sui social durante la pausa pranzo (unico momento in cui si ha un po’ di respiro con rete wifi e, anziché rilassarsi a chiacchierare con i colleghi, si lavora), spesso si ritorna in hotel direttamente la sera tardi e, anziché andare a dormire perché il giorno dopo la sveglia suona di nuovo all’alba, si accede il pc per aggiornare il blog.

Ogni quanto tempo aggiorni il tuo blog?

Risposta.

Cerco di aggiornarlo quotidianamente. Dare una continuità al proprio lavoro è fondamentale. Prima di partire per un viaggio pianifico i post per la settimana successiva in modo tale da avere sempre contenuti nuovi.

Raccontaci un aneddoto divertente legato a un post del tuo blog.

Risposta.

Di aneddoti ce ne sarebbero tanti, ognuno legato ad un post diverso del blog. Però un aneddoto simpatico che può farvi sorridere è legato al mio viaggio a Djerba dell’anno scorso. Dovevo documentare il famoso pellegrinaggio della Ghriba e, ai controlli di accesso, non mi volevano far passare con il gruppo italiano dicendomi qualcosa di incomprensibile in arabo perché mi avevano scambiata per una tunisina 😀

anna pernice blog

Le vere difficoltà di una blogger quali sono?

Risposta.

La difficoltà più grande di una blogger è riuscire ad essere costante nell’aggiornamento del proprio blog. Bisogna darsi delle scadenze e vedere il blog come un impegno quotidiano.

Grazie siamo in chiusura, se vuoi aggiungere qualcosa non detto, questo spazio è tuo: dove possono contattarti i lettori e visitare il tuo blog?

Risposta.

Mi trovate su www.travelfashiontips.com oppure su instagram come @anna_pernice

Grazie del tempo concesso, buon proseguimento.

Tiziana Cazziero

Annunci

One thought on “Intervista alla blogger Anna Pernice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...