Intervista. Parliamo con l’autrice Simona Diodovich delle sue opere

Ben trovati lettori, tornano le interviste nel blog. Oggi ne presento una molto bella e interessante. Parliamo di bullismo, ragazzi, bambini, adolescenti che ogni giorno vivono nella loro giungla. Penso che sia un tema attuale che andrebbe affrontato più spesso.

Per un distributore di merendina in più

51zr02qxaol-_sx322_bo1204203200_“Per un distributore di merendine in più” di Simona Diodovich

Genere: Romanzo per ragazzi

Editore: Self Publishing

Pagine: 74

Uscita: 26 Aprile 2017

Prezzo cartaceo: 8,30 euro link cartaceo: https://www.amazon.it/dp/1546302344/ref=sr_1_18?s=digitaltext&ie=UTF8&qid=1493198034&sr=8-18&keywords=simona+diodovich+copertina+flessibile

Presentazione.

Avrei dovuto fare un lavoro su quest’argomento, quando alla fine non si è più fatto nulla, ho pensato di realizzare qualcosa da sola. Bullismo e Cyber-bullismo sono problemi grossi per i nostri ragazzini e mi pareva giusto dare il mio contributo. Con la supervisione di una mia amica psicologa, ho realizzato una storiella che parla di questo grave problema, regalando anche una possibile reazione per chi è toccato da tutto ciò. Si dice sempre “parlatene con i genitori” ma il più delle volte il bambino, o il ragazzino, non lo fa. Tendono a chiudersi e non reagiscono. Qui, per lo meno, c’è un modo per ribellarsi, basandosi solo sulla forza della vittima innocente. Nella speranza che ciò aiuti. Sinossi: Georgie, Luke, Jack, Bill e Pixy hanno qualcosa in comune tra di loro, anche se all’inizio non lo sanno. Sono più forti di quel che pensano, sebbene il compagno di scuola Brandon li prenda di mira ogni giorno. Proprio grazie alla cattiveria di quest’ultimo, i cinque ragazzi si uniranno. Diventano uno splendido gruppo di amici che, insieme, parteciperà a un’impresa all’apparenza impossibile da realizzare, portandola a termine contro ogni pronostico. Brandon non ama vederli felici e la sua cattiveria si accentua ogni giorno che passa, ma Georgie è tenace e trasmette quell’energia positiva anche agli amici. Perché uniti si è forti e loro lo imparano strada facendo. Obiettivo: sostituire un distributore di merendine a scuola, senza sapere che quel che invece stanno creando, è il carattere per un domani migliore. L’autrice: Nasce a Milano il 17 Aprile 1969, studia come grafica pubblicitaria diventando poi illustratrice a Canale 5 disegnando cover di cd e dvd per A. Valeri Manera. Ha ventinove anni d’esperienza lavorativa nell’editoria. Ha lavorato con Arnoldo Mondadori per il Tv sorrisi e Canzoni, con le cover dei cd dello zecchino d’oro, per la Medusa Video le cover delle videocassette di Lupin III, persino con la LysoForm per un giornalino per i bambini sull’igiene, oltre le varie case editrici italiane. Prosegue la carriera come fumettista disegnando il dottor sorriso per conto della Fondazione Garavaglia, che si ispira alla fondazione americana di Patch Adams. Come grafica pubblicitaria si divide tra case editrici ed enti pubblici, dove realizza da sola volumetti sull’educazione stradale, manifesti, giochi, usando ogni sua conoscenza acquisita negli anni. Per amore dei disegni e, per il fatto che adorava inventarmi personaggi e storie, il passo dal disegnare storie e scrivere un libro è stato molto breve. Per beneficenza, insieme a scrittori, poeti e cantanti, ha creato un pezzo per sensibilizzare la gente al problema SLA. Quel testo è poi stato doppiato dalla bellissima voce di Guido Ruberto e la fotografia è di Roberto Besana. Questo è il link https://youtu.be/zdl455jDijM Per la “saga Hampton”, saga romance-sportivo, il primo libro, HHS-Hampton High School il secondo della stessa saga HUP-Hampton University Pirates è uscito ad Aprile 2015. E l’ultimo uscito HUL-Hampton University Life nel mese di Luglio 2015. Hampton’s sons 1 la rivincita è un raccontino spin off della saga Hampton. The Queen, fantasy new-adult. The Black Forest è un fantasy new-adult ed è il seguito di The Queen e Masquerade romanzo d’amore-chick lit. Hunters, collezione racconti Horror-Fantasy. Il mio nome è Carlie, della “Saga Deathless”, è il suo libro d’esordio. A seguito Sangue Perenne il secondo, Il re dei demoni il terzo. Deathless Prequel-L’ultimo Paradiso è il quarto della saga. Deathless-Ricordi bruciati è il primo di una serie di raccontini. Masked Girl, libro sui supereroi, primo della collana Masked Girl. Il cartaceo, a differenza dell’ebook contiene dei disegni della supereroina. Per sempre giovani romanzo d’amore contemporaneo. Fuoco cuore Acqua romanzo d’amore contemporaneo. HHS-Hampton High School è stato tradotto in lingua inglese. Charlie Khell e il pacchetto dell’illusionista è il primo di una saga per bambini dai 9 ai 12 anni e contiene disegni all’interno fatti dall’autrice. Toulane la farfalla è un epic-fantasy. Per un distributore di merendine in più è un libro per bambini, con disegni, e tratta l’argomento importantissimo del bullismo e cyber-bullismo, target 9/12 anni. Tutti i libri hanno la copertina disegnata da lei.

Intervista l’autrice Simona Diodovich

Ciao Simona e grazie per aver accettato questo invito. Per un distributore di merendine in più è l’ultima tu fatica letteraria, argomento ostico e difficile come il bullismo, come e quando nasce la voglia di scrivere e trattare questo argomento?

Ciao Tiziana, lo sai che è sempre un piacere. Bullismo e Cyber-bullismo. Mamma mia che problema enorme. Ogni giorno accendi la tv e ti trovi notizie bruttissime. Avrei dovuto fare un lavoro su questo argomento, come grafica illustratrice etc. il lavoro non si è fatto più, per motivi che non sono importanti da elencare, così io ho pensato di portare avanti l’idea e ne ho fatto un libricino. Certo, magari come lavoro sarebbe stato un manuale, io ho creato una favola. La favoletta racchiude entrambi i problemi e dà anche una possibile reazione dei bambini. Quando si dice “parlatene con i genitori” sai che poi la maggior parte non lo fa. Ti accorgi che hanno un problema quando ormai è tardi, inappetenza, silenzio, rendimento scolastico basso etc. in molti casi se la devono cavare da soli, ho solo mostrato loro come comportarsi, a chi rispondere, e come. Chi è il bullo? Da chi si circonda? Il cyber- bullismo uguale.

Con una favola è possibile che lo leggano, tanto ti fanno leggere a scuola libri per semplice lettura, ma se si immedesimano nei personaggi, magari si sentono più forti e l’unione fa la forza, sempre, anche tra chi è preso di mira, che invece, viene isolato di solito per paura.

Quali sono state le difficoltà incontrate nella stesura di questo libro?

Nessuna difficoltà. Avevo in mente la storia e me la sono scritta di getto, poi ho mostrato il tutto alla mia amica psicologa, per non incappare in errori. È stato più difficoltoso disegnare la scena in cui picchiano uno dei protagonisti in più ragazzini.

Il bullismo è un tema attuale, purtroppo, credi che chi scrive abbia delle responsabilità nei confronti dei lettori?

Non so cosa vogliano fare gli altri, ma io penso che, se abbiamo una voce e ci ascoltano, possiamo dare qualcosa di buono e non sempre le solite cose. Quindi sì, per quanto mi riguarda ho delle responsabilità e cerco di rigare dritta io per aiutare gli altri.

Come hai trovato l’ispirazione per raccontare questa storia e parlare dei loro piccoli protagonisti?

Sai che io sono un vulcano di idee… mi basta pensare a qualcosa e già prende vita nella mia mente. Solo che non volevo dire “questa è la storia di un bullo etc…” così ho creato questa favoletta, dove trovi l’obiettivo dei ragazzini da raggiungere con tanta fatica, in barba alle difficoltà (così imparano che le cose si sudano e non bisogna avere paura di perdere. Perché se si prova, non si perde mai) come difendersi, la vera amicizia. La lealtà. Esserci senza dire nulla. E, in questo caso, salire su un palco nonostante si sappia di poter fallire e continuare a farlo ugualmente. Replicare al bullo, renderlo un ragazzino uguale a loro, circondato da ragazzini come lui che hanno paura e usano l’aggressività.

Romance, fantasy, libri per bambini, autrice versatile e sempre pronta alle sfide, oltre ad avere una lunga carriera come disegnatrice, come riesci a legare insieme tutte queste attività con la vita privata?

Ah, in questi giorni ne ho poca. Ma sono multitasking e ho un cuore grande, c’è spazio per tutto e tutti.

Il mondo dei bambini e gli adolescenti presenta le prime avversità della vita, credi che viverle fin da piccoli, le ostilità possono aiutare a vivere e creare il proprio futuro?

Credo che chi impara ad affrontare le cose, passo per passo, sia più predisposto a realizzarsi nel futuro perché ha meno timore di tutto, anche di fallire. Se sei grande e non hai mai affrontato nulla, la prima avversità ti piega.

Cosa pensi di debba fare per contrastare il bullismo, gli adulti che compito e responsabilità hanno in questo?

I bulli sono ragazzini lasciati a sé, insicuri all’eccesso, aggressivi perché in casa sono aggrediti. Per affrontare un ragazzino del genere devi mostrare di non avere paura di lui. Io direi ai ragazzini di imparare uno sport tipo boxe, o altro, karaté. Ma non perché poi attacchi loro, ma perché se sai di poterti difendere, anche se non lo fai, sei sicuro di te stesso. È disciplina. Gli adulti dovrebbero avere mille e novecento occhi. I segnali ci sono, basta guardare il proprio figlio. Renderlo, già dalla tenera età, più sicuro delle sue azioni, responsabile. Se vedi un bullo schiacciare un altro bimbo, magari è meglio non girare la testa dall’altra parte. In due diventa più semplice, in tre di più.

Grazie. Come sempre sono solita fare con le interviste, se hai altro da aggiungere che non è stato detto, questo spazio è tuo.

 A parte il fatto che sei sempre carinissima ad aiutarmi?

Se per caso avete bambini dai 9/12 anni, fateglielo leggere, proponetelo alle insegnanti. Chissà, magari riusciamo ad aiutare qualcuno…

Come possiamo seguirti? Link e indirizzi per i lettori.

Pagine autore

di Simona Diodovich

www.facebook.com/CarliediSimonaDiodovich

https://www.facebook.com/DiodovichSimona

https://twitter.com/simo_eyes_dio

https://www.goodreads.com/author/show/7504702.Simona_Diodovich

https://www.instagram.com/simonadiodovich/

https://www.amazon.com/Simona-Diodovich/e/B00J6WK4D6

https://www.amazon.co.uk/Simona-Diodovich/e/B00J6WK4D6

Grazie Tiziana

Tiziana Cazziero

Annunci

One thought on “Intervista. Parliamo con l’autrice Simona Diodovich delle sue opere

  1. Simona Diodovich 28 aprile 2017 / 7:40

    Grazie amica mia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...