Recensione Tessa e Basta di Susanna De Ciechi e Tessa Krevic

Salve lettori del blog, torno con una nuova recensione, in questo periodo sto terminando molti libri e già per domani potrete leggere un’altra recensione, ma oggi parliamo di un romanzo speciale, diverso dalle solite letture, Tessa e Basta di Susanna De Ciechi e Tessa Krevic.

tessa e basta
su amazon digitale e cartaceo.

Leggere questo libro non è stato semplice e lo è ancor di più difficile scrivere questa recensione.  La storia è basata su un’esperienza di vita vera, quella della protagonista Tessa, che racconta come abbia vissuto la guerra con tutto ciò che comporta per una giovane donna, una ragazzina che improvvisamente assiste a un cambiamento repentino della realtà che la circonda. Quelli che una volta erano amici, improvvisamente diventano nemici e comincia una guerra civile, un’ostilità tra persone della stessa famiglia, amici e conoscenti solo perchè appartenenti a etnie differenti cominciano a odiarsi. Una sposa amata e rispettata diventa un essere da disprezzare, odiare. 

Siamo in Croazia e Tessa quando tutto comincia ha quindici anni.Siamo nel periodo storico del conflitto nei Balcani, quando la stupidità umana per colpa della religione o etnia di di appartenenza, diventa la follia di intere popolazione che cominciano uno stermicidio senza fine.  Lei è ortodossa. E scopre di essere diventata agli occhi degli altri qualcuno di diverso, da disprezzare, odiare. Leggere della guerra ti mette di fronte al dolore, vero. La storia è raccontata con realismo, con una penna scorrevole, talvolta anche in maniera cruda, ma non per lo stile ma per quanto di vero accade.

La storia è romanzata ma parliamo sempre di qualcosa di vero e attuale. La guerra purtroppo cambia scenario e armi, ma crea sempre gli stessi tristi e dolorosi effetti. Gente che fugge, famiglie sterminate, sofferenza gratuita senza un perchè. Questo è un libro che consiglio di leggere, non solo perchè tratta una storia vera, ma perchè è scritto bene, nel modo giusto per leggere una storia tanto difficile da accettare. Io faccio i miei complimenti all’autrice, scrivere della guerra sebbene grazie al supporto di una testimonianza, comporta un notevole sforzo; riuscire a gestire le emozioni non deve essere facile ed è lì, in quel momento, che lo scrittore deve mostrare la sua professionalità.

Il romanzo racconta la vita di questa donna, che si trova coinvolta nell’orrore della guerra, narra episodi e gli aneddoti vissuti per le vie delle città. E poi come lei e famiglia abbiano deciso di affrontare quel momento tanto tragico. Onore anche al nostro Paese che ha fornito supporto con gruppi di volontari, che si sono adoperati per mostrare solidarietà a quelle popolazioni, portando all’epoca, vivere di prima necessità per sopravvivere a quell’orrore.

Si assiste a un viaggio nella vita di Tessa e di come lei sia riuscita ad andare avanti per costruirsi una sua vita in Italia, rispetto ad altre donne invece che hanno incontrato l’atrocità della guerra e dell’ignoranza umana.

Un libro forte, intenso, da leggere.

Ringrazio le autrici Susanna e Tessa per avermi regalato una copia cartacea, la conserverò e rileggerò nel tempo questa storia.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...