Intervista a Sherry Loà, autrice del racconto “Rosso”

Salve a tutti e ben trovati nel mio blog. Oggi ho il piacere di farvi conoscere un’autrice emergente della quale so ancora poco e spero che potremo conoscerla meglio insieme. Lei è alla sua prima pubblicazione, è italiana e vive all’estero, non siete anche voi curiosi di saperne qualcosa di più su di lei e la sua prima opera di prossima pubblicazione “Rosso”?

Un titolo intrigante, chissà di cosa parlerà…

Prima parliamo un po’ del romanzo, per voi la sinossi.

Lo trovate su tutti gli store online

Questa è la sua pagina fan su facebook QUI.

QUI SU KOBO

Sinossi

ROSSO

12939207_10209161729310498_400226274_nLuana ha deciso di cambiare vita, colore di capelli e Paese, dopo essere scappata da un padre violento e un fidanzato infedele, per sentirsi libera e felice altrove, anche se non crede più nell’amore.
Quando una sera qualunque, nel locale in cui lavora a Londra, arriva Adam, irlandese dal fascino antico, pensa sia solo un cliente alla ricerca di riparo dalla tempesta che si sta scatenando sulla città.
Adam è un tipo strano e solitario che, dopo averla notata, torna puntuale ogni sera al locale per fare sempre la stessa ordinazione: una tazza di tè rosso con scone, un tipico dolce inglese. E, prima di andare via, le lascia un bigliettino racchiuso in una busta con un cioccolattino a forma di cuore.
Sembra quasi un gioco con il quale conoscersi attraverso le parole, gli sguardi, i sorrisi e il silenzio che intercorre tra loro.
Quando i due cominciano a frequentarsi, Luana scopre in Adam un uomo buono e attraente che nasconde un passato da dimenticare, nel momento in cui la passione si accende di ROSSO, in un gioco ad alto tasso erotico che sconvolgerà la vita di entrambi.

“Rosso” è il primo romanzo di Sherry Loà, una ragazza italiana dai capelli rosso tinto (perché era stufa del suo biondiccio scadente) e tanta voglia di raccontare ciò che non ha il coraggio di sperimentare.
Vive a Londra con un gatto che si chiama Micio e si occupa di pubbliche relazioni. Pronti a scoprire la sua prima avventura letteraria?
Per contattare l’autrice:
sherrynfo@gmail.com

 

Intervista a Sherry Loà

  1. Ciao Sherry e ben trovata nel mio blog. Parlaci di te e della passione per la scrittura, quando hai scoperto di avere questa dote e voglia di scrivere?

Ciao Tiziana, grazie per avermi consentito questa intervista. Sono emozionata, perché è la mia prima pubblicazione e temo il giudizio del pubblico. Sono italiana e vivo a Londra da cinque anni, mi chiamo Luana come la protagonista della storia che ho scritto, anche se qui in Inghilterra mi hanno soprannominata Sherry e quindi ho deciso di usare questo nomignolo per il mio racconto. Ho sempre scritto dei diari quando ero una ragazzina, ora ho deciso di scrivere qualcosa che avesse una qualche forma. Non so dirti quale, magari la decideranno le persone che scopriranno la storia.

  1. “Rosso”, un titolo che mi incuriosisce molto, puoi raccontarci di cosa parla, senza magari fare troppo spoiler?

R. Sembra strano, ma quando ho deciso il titolo per questa storia non ho pensato al colore con il quale ho tinto i miei capelli, ma al vino che stavo bevendo in quel momento. Era rosso, appunto, italiano e sull’etichetta c’era scritto in grande proprio ROSSO. Quindi ho pensato potesse andare bene, perché amo questo colore che ritorna spesso nella mia vita, un po’ come la passione presente in questa storia.

  1. Questa è la tua prima opera? Cosa ha fatto scattare in te la voglia di provarci con la pubblicazione?

R.Sì, questa è la prima opera in assoluto. Avevo voglia di scrivere qualcosa di estremo. Ma non parlo solo delle scene erotiche in esso contenute, quanto di una ragazza libera da convenzioni e da regole. Una single che vive per conto suo e fa della sua vita ciò che vuole.

  1. A quale genere appartiene questa opera e com’è nata l’ispirazione per scriverla?

R. Mah… potremmo classificarla come erotica ma è solo una delle tante sfumature che le attribuisco, perché è anche dark e un po’ pink, perché c’è una storia d’amore dentro, in fin dei conti. Ma non dico altro.

  1. Cosa fai nella vita e cosa rappresenta per te la scrittura in relazione alla tua quotidianità?

R.Mi occupo di pubbliche relazioni presso un ufficio di consulenza creditizia. Da noi arrivano molti clienti italiani magari da poco arrivati a Londra che affrontano tutt’altra realtà rispetto a quella italiana. La scrittura è solo un momento di svago e di piacere assoluto, un po’ come il vino di cui parlavo prima.

  1. Credi che cambierà qualcosa con questa pubblicazione?

R.Non credo che possa cambiarmi la vita. Ma mi piace l’idea che qualcuno possa darmi un parere. Dirmi cosa ne pensa, farmi sapere se ho la stoffa necessaria per continuare o se devo darmi all’Ippica.

  1. Self-publishing, come mai questa scelta?

R.Preferisco questa soluzione, perché è quella ideale per mettermi alla prova.

  1. Credi che ci sarà un seguito con altre opere dopo questa prima esperienza? Qualcosa cui stai lavorando oppure preferisci vedere come si evolve questo esordio?

R.Sinceramente, ancora non ho pensato a un seguito di questa o ad altre opere. Ho un’idea, ma devo ancora metterla nero su bianco. Non so ancora.

Grazie della disponibilità.

Grazie a te perché ti occupi con grande gentilezza di tanti autori. Grazie!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...