Editing cos’è? Gioie e dolori degli autori

1024x708xediting-tipologie-3-1024x708-pagespeed-ic-fa2antxjbtBen arrivati nella rubrica dedicata all’Editing, troverete ogni settimana articoli di aggiornamento su questo tema importante per gli scrittori.

  • Cos’è l’editing

L‘editing è una parte fondamentale dell’elaborazione di un testo in previsione di un’eventuale pubblicazione. Va eseguito sia per manoscritti di autori self e per testi che s’intende presentare a una casa editrice.

L’accettazione del testo da parte di una casa editrice però non è legata al lavoro di editing, è però auspicabile presentarsi con un’opera ben curata per avere maggiori possibilità di pubblicazione. Poi sarà compito dell’editore, a sua personale discrezione, valutarne la pubblicazione. Se lo riterrà idoneo con la sua linea editoriale, potrà eventuale lavorare lui o i suoi collaboratori sul testo, se e solo lo riterrà opportuno, in base al genere di materiale richiesto per le sue collane editoriali. Purtroppo molto spesso la sua importanza è sottovalutata, questo anche perché in molti casi avviene la confusione tra le due figure vitali nel mondo editoriale: il correttore di bozze e l’editor

L’editing è la fase successiva alla stesura di un romanzo, non può essere fatto dall’autore stesso, ci vuole un occhio esterno al testo in grado di valutare i personaggi, la trama e trovare eventuali lacune, oltre a individuare zone d’ombra e consigliare all’autore il classico taglio e cucito.

L’editing è un lavoro lungo e faticoso; l’editor è quella figura che accompagna l’autore durante la creazione della sua creatura letteraria. Non deve indicare solo eventuali refusi, per quella pulizia del testo c’è il correttore di bozze, tuttavia, chi esercita il ruolo di editor, può anche avvalersi di tale ruolo, indicando in fase finale, dopo tutte le opportune correzioni, eventuali refusi, distrazioni o errori di vario genere legati al testo.

L’editing può durare diversi mesi a seconda del numero delle cartelle del testo, il primo passo di lettura e individuazione delle lacune, può avvenire in qualche settimana, ma dopo aver indirizzato l’autore, dovrà seguirlo in ogni suo passo, fino al raggiungimento della parola fine.  Ciò significa, leggere e rileggere diverse volte il testo per essere sicuri che la storia sia scorrevole, che tutte le correzioni siano state eseguite e verificare l’esattezza della punteggiatura.

  • L’editing, cosa non fare

Ciò che non va assolutamente fatto durante il lavoro di editing è scrivere in sostituzione dell’autore. Questo è un altro tipo di lavoro, quello del ghost writer. L’editor deve limitarsi a indicare nei commenti previsti in fase di revisione del word, eventuali anomalie, quelle sopra indicate. Alla fine della prima revisione, questo deve anche presentare una scheda di valutazione sul testo, indicando i punti forti e quelli deboli, su cui l’autore deve lavorare per una buona riuscita del testo.

Non basta eseguire una revisione del testo per aver completato il lavoro di editing; per quello ci sono le figure delle beta reader, ma ne parleremo in un altro articolo di questa rubrica.

Editing gioie e dolori degli autori, sicuramente è un lavoro estenuante e faticoso, mette a dura prova l’autore, ma alla fine questo potrà godersi il risultato del suo testo, non dovrà rimproverarsi nulla e sarà lieto di raccogliere le gioie dell’editing al suo testo.

Annunci

3 thoughts on “Editing cos’è? Gioie e dolori degli autori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...